Connettiti con noi
Reddito di cittadinanza

Economia

Reddito di cittadinanza e pagamento di febbraio 2020

Reddito di cittadinanza e pagamento di febbraio 2020

Pagamento del reddito di cittadinanza di febbraio 2020: attenzione all’ISEE

Reddito e Pensione di Cittadinanza possono essere percepite nel 2020 solo rinnovando l’Isee. Chi non avesse provveduto entro il 31 gennaio, vedrà accreditato l’importo sul proprio conto corrente solo a seguito del rinnovo e, comunque, nel mese di marzo. Il pagamento di febbraio 2020 risulta, quindi, soggetto a nuove scadenze.

Con il comunicato stampa del 28 gennaio 2020, l’INPS rendeva noto che sono “oltre un milione e mezzo le Dichiarazioni ISEE già rinnovate“, modello necessario per la richiesta del Reddito e della Pensione di Cittadinanza. Nello stesso comunicato, l’Istituto di Previdenza ricordava che “nel caso in cui la dichiarazione ISEE non venisse rinnovata entro il 31 gennaio, oppure presenti nell’attestazione omissioni o difformità, il Reddito o la Pensione di Cittadinanza verranno sospesi fino al rinnovo della dichiarazione o alla regolarizzazione dell’ISEE difforme. Naturalmente, la sospensione non influisce sulla decorrenza maturata del beneficio“.

Date di accredito del Reddito di Cittadinanza

Proprio il rinnovo della dichiarazione ISEE influirebbe sul pagamento del Reddito di Cittadinanza per il mese di febbraio 2020. Il calendario dei versamenti, infatti, subirebbe variazioni a seguito della data di rinnovo del modulo. Ecco di seguito le scadenze:

  • a tutti coloro che hanno effettuato le pratiche di richiesta entro il 31 dicembre 2019 e aggiornato l’Isee entro il 31 gennaio, il versamento verrà accreditato entro il 29 febbraio 2020;
  • a tutti coloro che hanno effettuato la domanda e aggiornato l’Isee a gennaio, il 15 febbraio dovrebbe essere stato effettuato l’accredito;
  • coloro che hanno fatto domanda in febbraio, otterranno il primo accredito entro il 15 marzo;
  • i soggetti che hanno presentato l’Isee dopo il 31 gennaio, otterranno il primo versamento in marzo 2020.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×