Connettiti con noi

Notizie

Isee 2020: controlli sui conti correnti

Isee 2020: controlli sui conti correnti

Isee 2020, grandi novità: verranno controllati tutti i conti correnti

Importanti novità per l’Isee 2020, in particolare per quel che riguarda i controlli del Fisco che da quest’anno saranno molto più approfonditi. Vediamo come.

Isee 2020: il Fisco accede ai conti correnti?

Dal primo gennaio 2020, tutti coloro che chiederanno l’Isee saranno sottoposti a un controllo approfondito dei conti correnti. Tali controlli saranno automatici.

L’Isee è un documento che misura la situazione economica del contribuente e serve a ottenere agevolazioni sulle bollette del gas o dell’acqua, sulle tasse universitarie o sulla mensa scolastico. Viene richiesto, inoltre, per il reddito di cittadinanza.

Dunque, si tratta di un documento importantissimo perché descrive esattamente come stiamo dal punto di vista ecoomico.

Dal 1° gennaio, chiunque presenti la dichiarazione sostitutiva (Dsu) per ottenere l’Isee verrà controllato.

Lo scopo del controllo è verificare la corrispondenza tra quanto dichiarato e quanto presente nelle banche dati del Fisco per evitare di concedere benefici a chi non li dovrebbe ottenere.

In particolare, il controllo riguarderà i conti correnti: verranno analizzate le giacenze e il saldo.

Isee 2020, dati incongruenti: cosa fare?

Il controllo può dare un esito “non coerente”: in questo caso il contribuente ha diverse possibilità.

La prima è inoltrare l’Isee con la documentazione che dimostra la veridicità di quanto dichiarato. La seconda è presentare una seconda richiesta con tutti i dati corretti.

La terza e ultima è ripresentare la richiesta e chiedere una rettifica al Caf che ha sbagliato l’inserimento dei dati.

Isee precompilato dal 1° gennaio 2020

Da quest’anno, anche l’Isee viene precompilato esattamente come accade per il 730: i dati vengono presi dall’Agenzia delle entrate e dall’Anagrafe tributaria.

Entrano, quest’anno, nel calcolo Isee non solo i redditi soggetti a imposta ordinaria ma anche quelli sostitutivi come il regime dei minimi, i redditi di locazione con cedolare secca.

Verranno, inoltre, considerati tutte le eventuali agevolazioni fiscali, assistenziali e sociali: assegni, indennità, social card.

Insomma, il nuovo Isee è sempre più completo e restituisce un’immagine più chiara e completa della situazione economica del contribuente e/o del suo nucleo familiare.

Continue Reading
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×