Visita fiscale, orari, permessi: settori pubblico e privato

Visita fiscale quale perenne incubo dei lavori costretti a stare a casa, per malattia. Cerchiamo di approfondire meglio gli orari, e la sua regolamentazione.
visita fiscale
visita fiscale

Visita fiscale nei confronti di dipendenti pubblici o privati, in caso di malattia. Quando il medico curante o quello  specialistico ritengono opportuno l’esonero lavorativo per motivi di salute, vediamo meglio oneri e sanzioni possibili a carico del lavoratore.

Visita fiscale 2021: in cosa consiste

In caso di malattia il dipendente pubblico o privato è tenuto a inoltrare la certificazione medica redatta dallo specialista o dal medico di base, a giustificare la sua indisponibilità. Vi sono delle regole precise a cui fa riferimento la normativa che regola la visita fiscale. Questa viene effettuata presso il domicilio eletto dal lavoratore indistintamente che esso appartenga al settore privato, piuttosto che a quello pubblico. È una prassi che si effettua nel caso di presentazione di certificazione medica, a giustificare l’assenza dal proprio posto di lavoro.

La visita fiscale permette sia all’INPS che al datore di lavoro, di andare a verificare l’attendibilità dello stato di malattia del lavoratore. Certo è che il controllo presso il domicilio si effettuerà nei casi in cui  non si tratti di patologia da Covid- 19.

Quali sono gli orari della visita fiscale

Per quanto riguarda gli orari in cui bisogna essere reperibili, questi rimangono invariati  rispetto all’anno 2020. Infatti sono in vigore dei precisi orari durante i quali il medico incaricato provvede ad effettuare la visita fiscale a domicilio. Vengono comunemente chiamate fasce di reperibilità, durante le quali il lavoratore deve dare la propria disponibilità domiciliare. L’indirizzo dovrà corrispondere a quello specificato nella comunicazione inoltrata alla sede INPS.

Per i dipendenti privati gli orari per la possibile visita fiscale sono:

  • Nel corso della mattinata: dalle ore 10:00 alle ore 12:00.
  • Durante la fascia pomeridiana: dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

Per i dipendenti pubblici vige una regolamentazione delle fasce orarie della visita fiscale, diversa dal settore privato. Pertanto per l’anno in corso gli orari sono così distribuiti, per il pubblico impiego:

  • Nel corso della mattinata: dalle ore 9:00 alle ore 13:00.
  • Durante la fascia pomeridiana: dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

In merito agli orari l’INPS così si pronuncia a mezzo della propria piattaforma digitale: “Dal 1° settembre 2017 è entrato in vigore il Polo unico per le visite fiscali, che attribuisce all’INPS la competenza esclusiva a gestire le visite mediche di controllo anche per l’82% dei lavoratori pubblici in malattia. Da questa data, come già avviene per i lavoratori privati, l’Istituto effettua visite mediche sia su richiesta delle pubbliche amministrazioni, in qualità di datori di lavoro, sia d’ufficio.”

Quando si ha diritto all’esonero

Vi sono delle situazioni che vanno a determinare l’esonero del lavoratore, al dover sottostare alla visita fiscale da parte dell’INPS:

  • L’attestazione di veri e propri stati patologici in correlazione ad invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%.
  • Essere affetti da stati di depressione o di ansia cronica che richiedano il dovere trascorrere più tempo possibile in attività all’aria aperta.
  • Essere soggetti a patologie gravi che richiedano terapie salvavita.
  • accertamenti specialistici;
  • il doversi recare presso il proprio medico curante.
  • Visita in ospedale a familiari.
  • Sottoporsi ad intervento dentistico urgente.
  • Doversi recare per urgenze in farmacia.
  • Attività di volontariato.
  • cause di forza maggiore.

Sanzioni per assenza ingiustificata negli orari della visita fiscale

Nel caso in cui la visita fiscale porti alla definizione di un’assenza ingiustificata del dipendente in malattia dal proprio domicilio, questi potrà incorrere nelle sanzioni di:

  • Decurtazione del 100% dello stipendio per i primi 10 giorni di malattia.
  • Decurtazione del 50% per i giorni a seguire.

Articoli Correlati