Vacanze all’estero: cos’è il modulo PLF e dove è richiesto

Le vacanze all’estero quest’anno richiedono la presentazione di documentazione anti Covid-19. Il green pass in alcuni casi non è abbastanza. Vediamo in cosa consiste il modulo PLF, richiesto in alcuni Paesi.
vacanze
vacanze

Le vacanze quest’anno risulteranno essere un po’ più complicate, in merito alla loro formulazione e alla produzione dei documenti necessari.

I turisti nell’estate 2021, dovranno essere in grado di sopportare qualche disagio in più negli spostamenti, dovuto all’aumento dei controlli all’ingresso dei Paesi esteri. I ritardi nelle vaccinazioni rivolte ai più giovani, hanno decisamente creato disagi alle famiglie di turisti in partenza per i paesi esteri. Il tanto paventato Green Pass tarda a decollare, a causa dei ritardi della somministrazione di fine ciclo.

Ora ecco affiorare anche un ulteriore richiesta di documentazione, che in sua assenza inibisce l’entrata in alcune Nazioni d’Europa: il modulo PLF. La modulistica per godersi le vacanze in Europa, quest’anno è davvero notevole Scopriamo insieme quali sono i Paesi dell’Unione Europea in cui sarà sufficiente la compilazione di una registrazione aggiuntiva presso la piattaforma digitale del Ente del turismo. In alternativa vedremo anche le nazioni che lo richiedono, in cosa consiste, come si compila e soprattutto come si ottiene.

Modulo PLF: cos’è e perché è necessario per le vacanze.

Il modulo PLF abbreviazione di: Passenger Locator Forms, non è di certo la novità dell’ultima ora. Si è tanto parlato del Green Pass, ma di questa documentazione approvata dalla Commissione Europea lo scorso 17 marzo, se ne è parlato davvero poco.

La sua compilazione è divenuta di fatto obbligatoria a decorrere dallo scorso 16 aprile. Nello specifico consiste in modulo di localizzazione digitale. Un cr code o un pdf, contenente tutte le informazioni utili per localizzare eventuali focolai e contagi da Covid-19. Le autorità preposte ai controlli, saranno in grado così di avvisare i viaggiatori, nel caso di avvenuto contatto con il virus, nel corso delle proprie vacanze. La compilazione è prevista anche per il rientro in Italia.

Il suo meccanismo riporta alla memoria l’App Immuni, che non ha avuto una grande diffusione.

Vacanze all’Estero senza modulo PLF

In alcuni casi è possibile quindi recarsi nei Pesi dell’unione Europea per le vacanze, senza la necessità di presentare il modulo PLF. In alcun e nazioni però, viene richiesta in aggiunta della documentazione già di prassi, la registrazione sul sito del turismo o la compilazione di un’autocertificazione. Ecco la lista esenti da PLF:

  • Austria: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso.
  • Croazia: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso.
  • Cipro
  • Bulgaria
  • Danimarca
  • Estonia: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso
  • Finlandia
  • Francia: bisogna produrre un’autocertificazione al momento dell’ingresso.
  • Germania: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso
  • Islanda: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso
  • Lettonia: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso
  • Liechtestein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Norvegia
  • Paesi Bassi: bisogna produrre un’autocertificazione al momento dell’ingresso.
  • Polonia
  • Slovacchia: ingresso consentito solamente ai viaggiatori vaccinati.
  • Spagna: vi è un modulo dedicato da compilare al momento dell’ingresso
  • Slovenia
  • Svizzera: bisogna sottoscrivere della modulistica dedicata.
  • Ungheria

Vacanze con il modulo PLF

Nazioni in cui viene richiesto il modulo PLF

  • Belgio
  • Cechia
  • Grecia
  • Irlanda
  • Italia
  • Malta

Come compilare il modulo PLF

Alla partenza delle vacanze, bisognerà essere pronti e avere compilato il modulo, per le destinazioni europee che lo richiederanno. I dati da inserire sono:

  • Nome e cognome del viaggiatore
  • Estremi documento
  • Recapito telefonico
  • Indirizzo di residenza o del domicilio nazionale
  • Mezzo di trasporto utilizzato per gli spostamenti nel corso delle vacanze
  • Data di arrivo nel Paese
  • Nominativi dei compagni di viaggio
  • Ubicazione degli alloggi durante le proprie vacanze
  • Recapiti in caso di emergenza.