Scorporo Iva: come si calcola, formule per netto e lordo

Tra le operazioni di ordine pratico che i lavoratori autonomi e i liberi professionisti compiono frequentemente, vi è lo scorporo dell’IVA. Vediamo insieme come calcolarla correttamente, per non incappare in errori.
Scorporo Iva
Scorporo Iva

Lo scorporo Iva rientra in quelle procedure giornaliere che la categoria dei liberi professionisti con partita iva, o dei lavoratori autonomi, sono tenuti ad eseguire. Spesso però pur essendo un procedimento matematico di routine, diventa complicato metterlo in pratica in fase di compilazione delle fatture, ritenute o compensi per prestazioni. Di seguito alcuni consigli, corredati di esempi, per capire in cosa consiste lo scorporo dell’IVA e le istruzioni per effettuare correttamente il calcolo dell’imponibile partendo dal prezzo ivato.

Scorporo Iva: come si calcola?

La regola vuole che quando andiamo a calcolare l’iva di un servizio, o di un bene, si debba dividere l’importo in due parti ben distinte:

  • il costo del bene escluso di IVA (imponibile)
  • Iva relativa al bene o prestazione

Per procedere al questo calcolo possiamo fare riferimento ad una semplice formula mettendo come riferimento il valore 100:

100: aliquota IVA = importo senza IVA: valore IVA

La formula di base per lo scorporo dell’IVA

Avendo come riferimento  valore 100:

100: (100 + aliquota IVA) = importo senza IVA: prezzo finale del ben

€100:1,22=81,96 per cui 100-81,96 = 18,04 che sarà l’importo dell’IVA

Come si calcola l’imponibile?

L’imponibile si calcola anche partendo dal prezzo ivato :1,22 (in caso di IVA al 22%, oppure 1,04 per IVA al 45 o 1,1 per IVA al 10%)

Esempio pratico per conoscere l’imponibile ossia il costo del bene o servizio privo di IVA, avendo come riferimento valore 400:

€400:1,22=327,86 imponibile

Per conoscere il valore dell’IVA sul prezzo finale possiamo procedere:

€400*1,22 = € 327,86 €327,86*0,22 = € 72,129  IVA quindi €327,86+€72,129= €400

Il calcolo dello scorporo IVA si rivela essere di fondamentale importanza per avere sempre sotto controllo  l’importo effettivo dei debiti o crediti vantati nei riguardi di fornitori e clienti.

Inoltre nel caso si debba formulare un preventivo per tutti quei lavori che godono di aliquote agevolate.