Connettiti con noi

Economia

Newco Alitalia: al via questa settimana

Newco Alitalia: al via questa settimana

Ultime notizie sulla Newco Alitalia: al via questa settimana? Potrebbe concludersi qui (o quasi) una delle vicende più controverse. La nuova Alitalia nascerà senza debiti, con 3 miliardi di capitale effettivo. Mercoledì gli sviluppi.

Che si sia forse giunti alla fine (o quasi) di uno dei “pasticciacci di via Merulana” tipicamente italiano? Stando alle ultime indiscrezioni, così sembrerebbe. Probabilmente domani, mercoledì 9 settembre, infatti, verrà annunciata la Newco Alitalia.

De Micheli: “Spero davvero di avere novità verso la metà della settimana“, in occasione della nona commissione della Camera

Dopo la nomina di Francesco Caio a presidente e Fabio Maria Lazzerini ad amministratore delegato della nuova compagnia, avvenuta circa due mesi fa, adesso sembra giunto il momento, per la nuova Alitalia, di venire al mondo con un obiettivo: rompere con il passato.

Mercoledì, durante la nona commissione della Camera, il ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli dovrebbe riferire aggiornamenti e dettagli sulla nascente società.

La società produrrà in 30 giorni un piano industriale dettagliato

Noi adesso dobbiamo costituire la società, che ha delle linee guida approfondite sul piano industriale. La società produrrà in 30 giorni un piano industriale dettagliato, partendo dalla legge che dice che la prospettiva di capitalizzazione è di 3 miliardi“, aveva dichiarato De Micheli due giorni fa al Forum Ambrosetti di Cernobbio.

Newco Alitalia: una società senza debiti, con 3 miliardi effettivi di capitale.

L’assetto della società sarà, quindi, senza debiti, con 20 milioni di capitale e 3 miliardi effettivi. Attesa la nomina degli altri cinque membri del consiglio di amministrazione.

Newco Alitalia: scelte strategiche per rilanciare il traffico aereo italiano

Nel piano industriale troveranno spazio “una serie di previsioni di discontinuità rispetto all’Alitalia di prima e alcune scelte strategiche rispetto alla novità del mercato di adesso, che è la vera grande questione che alla fine ci ha convinto a rilanciare in questo modo sul futuro del traffico aereo italiano”, ha concluso il ministro.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×