Investimenti: perchè è boom per i green bond

Investimenti sempre più green con nuove opportunità che in molti intendono agguantare al meglio. Le obbligazioni verdi conquistano anche le istituzioni e gli Stati. Scopriamone di più.
investimenti
investimenti

Investimenti sempre più green in tutto il mondo e anche in Italia, catturano l’interesse di chi intende far crescere il proprio denaro in operazioni amiche dell’ambiente. Vediamo cosa sta succedendo, e come poterne approfittare.

Investimenti green: cosa sono le obbligazioni amiche dell’ambiente

Anche nel nostro Paese aumenta l’interesse verso le forme d’investimento mirate al rispetto ambientale. I green bond sono degli strumenti finanziari destinare al sostegno di progetti che abbiano un impatto positivo nell’ambiente. Ad esempio si può fare riferimento alle fonti di energia rinnovabili che sono sempre più prese in considerazione, i trasporti elettrici o l’utilizzo di materiale riciclato.

Insomma si tratta quindi di prendere in considerazione sotto l’aspetto finanziario, tutta quella serie di processi a sostegno dell’economia green atta ad affrontare l’importante sfida del cambiamento climatico.

La crescita esponenziale negli ultimi anni legata alla diffusione dei Green Bond nell’ambito di finanziamenti mirati, è data dalla maggiore attenzione che si rivolge alla questione ambientale. Ecco perché si rivela molto utile oggi fare una conoscenza più approfondita con queste tipologie di investimenti.

Nel dettaglio si definisce che le obbligazioni siano dei contratti finanziari con una durata ben definita, emesse da Aziende o istituti di credito in cerca di fondi. Se ne determina quindi che chi le emetta sia il debitore e chi le sottoscrive è il creditore. Una volta che le obbligazioni avranno raggiunto la loro scadenza, il creditore si vedrà restituire la propria somma di denaro, più gli interessi applicati. Il debitore a sua volta opererà con le somme percepite, degli investimenti per essere certo di rendere il dovuto agli investitori.

Nella Borsa italiana non mancano di certo questo genere di investimenti che vedono coinvolti:

  • il trattamento dei rifiuti
  • centrali eoliche
  • produzione di energia alternativa
  • trattamento delle acque
  • fonti di energia rinnovabile
  • edilizia eco-compatibile
  • riduzione degli agenti inquinanti

Investimenti green: giro d’affari

il primo green bond risale al 2007 grazie a Aldo romani capo del funding sostenibilità della BEI ( Banca Europea degli Investimenti).  La crescita degli investimenti green negli anni ha avuto una continua crescita e oggi si contano 895 miliardi, in questo mercato sempre in continuo sviluppo.

Anche la Commissione Europea ha evidenziato le potenzialità del segmento legato a questo genere di investimenti sentendo la necessità di formulare un pacchetto chiamato Energia pulita per tutti gli europei. A tal riguardo quindi è stata individuata una stima degli investimenti da operarsi nel settore green, per poter agguantare il traguardo fissato per il prossimo 2030. Occorrono investimenti pari a € 177 miliardi all’anno. Nel 2017 Hera è stata la prima a lanciare un’obbligazione decennale green da € 500 milioni.

Ora tra i più importanti emittenti di obbligazioni green troviamo: Ferrovie dello Stato, Intesa Sanpaolo, Cdp, Enel. Anche i Paesi europei sono entrati in gioco con gli investimenti green. Il primo bond di Stato fu emesso dalla Polonia, poi la Francia a cui hanno fatto seguito Irlanda, olanda e Belgio.

Nel 2019 il mercato degli investimenti ha assistito ha una crescita dei Green Bond pari a € 180 miliardi. Un dato superiore al 50% all’anno precedente. Non resta che iniziare ad avviare i nostri investimenti green.

Avvertenza

La presente pubblicazione è stata preparata da Mentefinanziaria.it in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore.
In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.