Connettiti con noi
google

Finanza

Bond Google agosto 2020: un successo

Bond Google agosto 2020: un successo

Bond Google agosto 2020: una maxi emissione da 10 miliardi, con scadenze a 5, 7, 20 e 40 anni. Un successo sul mercato: domanda tre volte superiore al valore.

Bond Google agosto 2020. Alphabet, la società madre di Google, ha emesso obbligazioni per una cifra totale davvero sorprendente: 10 miliardi di dollari, suddivise in diverse tranche. L’operazione è stata un successo (quasi) senza precedenti e ha raccolta domande per oltre 31 miliardi, ovvero 3 volte il valore iniziale.

Bond Google agosto 2020: cedola 0,45%. Nuovo record per il mercato made in USA?

Conseguenza ovvia è la cedola spuntata da Google, che, per le obbligazioni a 5 anni, offre lo 0,45%. Quest’anno, solo Amazon aveva fatto altrettanto bene, con le sue obbligazioni a cedola 0,40%, segnando un record per gli USA. Tuttavia, a parità di condizioni (bond a 5 anni), la società di Bezos aveva spuntato “appena” lo 0,80%.

Rating a doppia A per Google. La pandemia non minaccia la credibilità aziendale.

Al successo dei Bond Google, ha contribuito l’ottimo rating: AA2 per Moody’s e AA+ per Standard & Poors.

La credibilità dell’azienda non è stata scalfita nemmeno dal report del secondo trimestre 2020, da poco pubblicato da Alphabet, che ha registrato il primo rallentamento delle vendite in ben 16 anni. Una situazione che, agli occhi degli investitori, sarà sembrata inevitabile, tenendo conto della pandemia, della conseguente crisi economia e delle ripercussioni che l’attuale situazione ha su tutte le realtà economiche nazionali e internazionali.

Non saranno letteralmente dei Green Bond, ma i Bond Google Agosto 2020 prevedono obiettivi sociali e ambientali

Le obbligazioni Google, quindi, sono state emesse con 4 differenti scadenze: 5, 7, 20 e 40 anni. I proventi verranno utilizzati sia per scopi generali, come acquisizioni aziendali, sia per iniziative di finanza green, molto in voga in questo periodo. Finalità, quindi, ambientali, sociali e di governance sembrano guidare queste nuove emissioni, rispecchiando il trend degli ultimi anni.

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×