Connettiti con noi
amazon

Finanza

Bond Amazon: negli USA, mai rendimento così basso

Bond Amazon: negli USA, mai rendimento così basso

Bond Amazon 0,40% in 3 anni: rendimento mai così basso sul mercato USA dal 2012. Interessanti le obbligazioni a lungo termine.

Bond Amazon: negli USA mai rendimento così basso. Sicuramente complici l’epidemia da Coronavirus e il lockdown, Amazon è riuscita ad incrementare le vendite del 26% e questo ha dato credibilità e forza alle obbligazioni della major di Jeff Bezos che hanno segnato un nuvo record: rendimento mai così basso nella storia USA.

Bond Amazon a 0,40%: negli USA, mai rendimento così basso

Amazon ha da poco emesso obbligazioni in dollari per 10 miliardi, ottenendo in breve tempo un risultato sorprendente: la domanda, infatti, ha superato i 30 miliardi, consentendo al colosso di indebitarsi con rendimenti dello 0,40%, ossia solo 20 punti base in più rispetto al Treasury.

Si è trattato di un vero e proprio record negli USA, dove un rendimento così basso non si vedeva dal 2012, con le obbligazioni Apple, IBM e Walt Disney che riuscirono ad ottenere un rendimento dello 0,45%.

La scalata di Amazon: rating da Junk ad A+

Vale la pena ricordare la “scalata” dal 2009 ad oggi, quando le obbligazioni Amazon erano valutate junk.

Oggi, con il suo rating A+, Amazon ha convinto le maggiori banche: Deutsche Bank, HSBC, Morgan Stanley, JP Morgan, Goldman Sachs, Citigroup, Wells Fargo, Société Générale e TD Securities.

Bond Amazon da 10 miliardi: interessanti i rendimenti sul lungo periodo

Nel dettaglio, ecco le obbligazioni appena emesse da Amazon:

  • Obbligazioni a 3 anni, per un totale di 1 miliardo, con rendimento dello 0,40%;
  • Obbligazioni a 5 anni per 1,25 miliardi e rendimento dello 0,8%;
  • 1,25 miliardi a 7 anni e rendimento all’1,20%;
  • 2 miliardi a 10 anni con rendimento dell’1,50%;
  • Obbligazioni a 30 anni per 2,5 miliardi al 2,50%;
  • 2,5 miliardi a 40 anni con rendimento del 2,70%.

A parità di rendimento nel breve periodo, la distanza con i Treasury si fa, invece, sentire sul lungo periodo: questi ultimi, infatti, con scadenza a 10 anni offrono un rendimento di appena lo 0,68%. Una differenza di oltre 80 punti base che si dilata con l’allungarsi delle scadenze.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×