Autonoleggio da avviare: costi, procedure e guadagni

Autonoleggio come una nuova possibilità imprenditoria. Vediamo come districarsi tra procedure, oneri e possibili guadagni.
autonoleggio
autonoleggio

Autonoleggio quale possibile attività imprenditoriale. Certamente una buona idea, tenuto conto che in Italia come nel resto del mondo, le vetture sono ormai  il mezzo di trasporto più diffuso. Se poi consideriamo che l’Italia  accoglie ogni anno milioni di turisti, ecco fatto che l’idea potrebbe rivelarsi di sicuro vincente.

L’attività di autonoleggio inoltre sta diventando molto proficua, in quanto sempre più utenti si servono delle auto a noleggio, nel quotidiano. Una presa di coscienza nei riguardi del rispetto ambientale strizzando anche l’occhio alle proprie finanze, rende sempre più appetibile avere un’auto a noleggio, piuttosto che di proprietà. Cerchiamo quindi di fare chiarezza in merito alle procedure, le regole e ai profitti che possono derivare dalla realizzazione di una nuova attività di autonoleggio.

Tipologie di autonoleggio e target di riferimento

Le modalità di noleggio autovetture, sono molteplici. Sempre più personalizzabili su misura della clientela. Ad esempio si può avviare un’attività di autonoleggio giornaliero, nei soli weekend, o a lungo termine. Inoltre sono sempre più utilizzate le formule a noleggio appositamente formulate per andare incontro alle esigenze aziendali. Così facendo i costi di gestione dei mezzi vengono abbattuti in maniera drastica per i conducenti. Nessuno stress in caso di guasto, di incidente o di un qualsiasi imprevisto legato all’autovettura.

Il segmento riguardante il noleggio auto e furgoni a breve e lungo termine, che non implichi la presenza di conducente, sta conquistando sempre più un’ampia fetta di mercato. Il trend negli ultimi anni non fa che mostrare segnali in forte espansione.

Il target dei servizi offerti dall’autonoleggio include una grande varietà di soggetti, con diverse tipologie di esigenze da soddisfare:

  • Famiglie per spostamenti o traslochi privati.
  • Aziende per il loro personale o per esigenze legate alla logistica.
  • Turisti che desiderano spostarsi in piena autonomia sul nostro territorio
  • Lavoratori e liberi professionisti.

Requisiti per avviare un autonoleggio

Per poter avviare un’attività imprenditoriale basata sull’autonoleggio, bisognerà essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Avere la di patente di guida.
  • attestazione di essere in possesso fedina penale pulita.
  • L’iscrizione alla Camera di Commercio (Registro delle Imprese).
  • Essere esente da procedure fallimentari.
  • Non avere condanne penali.
  • Avere a disposizione un valido parco auto.
  • Aver stipulato un contratto in cui siano chiaramente indicate tutte le condizioni del servizio offerto, con responsabilità e oneri di entrambe le parti. Dovranno essere previsti: guasti del mezzo, danni, incidenti, furti e tutte le possibili avversità.
  • Obbligo di assicurare i mezzi di trasporto messi a noleggio.
  • Obbligo di regolari manutenzioni e revisioni da effettuarsi regolarmente su tutti i mezzi.
  • Essere in possesso delle documentazioni a norma di legge, con il nulla osta dell’Asl, per i locali in cui viene esercitata l’attività di autonoleggio.
  • Inoltro al Comune della planimetria dei locali commerciali, e i dati di tutte le vetture adibite al noleggio auto, senza conducente.

Costi per l’avvio dell’autonoleggio

L’avvio dell’impresa di autonoleggio sono quelli legati all’apertura dell’attività. È necessario un capitale di base, e le spese collegate all’acquisto di tutti i mezzi che andranno a costituire di fatto il parco auto aziendale. Si potrà ammortizzare tale onere, attraverso l’adozione di un leasing, o nel caso di furgoni e auto, ci si potrà avvalere della formula di franchising.

Articoli Correlati