Pensioni Inps giugno: le date dei pagamenti

Le Pensioni Inps giugno, sono al centro dell’interesse dei pensionati italiani. Ci si interroga sui tempi di liquidazione, tenendo conto del prolungamento dello stato di emergenza sanitaria, al prossimo 31 luglio. Vediamo i possibili scenari.
Pensioni Inps
Pensioni Inps

Le Pensioni Inps sono ancora una volta al centro dell’attenzione dei pensionati italiani. A seguito della proroga approvata per lo stato di emergenza sanitaria sul nostro territorio, ci si interroga oggi, sulle modalità del loro pagamento. L’Inps ancora non si è pronunciato in merito, anche se sta prendendo  sempre più corpo un possibile proseguo delle modalità di erogazione, attualmente in essere. E’ il momento questo di tenere alto il livello di attenzione in merito al diffondersi della pandemia. I soggetti fragili, e i pensionati specialmente, è bene che tengano alto il livello di attenzione. E’ quindi particolarmente raccomandabile soprattutto per tali soggetti, mantenere le distanze, ed evitare situazioni di assembramento.

Il Governo Draghi unitamente a Poste Italiane, si dovrebbe pertanto pronunciare in merito ad un’evasione dei pagamenti pensionistici, sempre regolato in scaglioni. Ciò è determinato dalle regole anti Covid-19 in essere nel nostro Paese. La procedura inoltre andrebbe a coinvolgere i pensionati, dividendoli in scaglioni.

Possibili anticipi INPS a giugno

Con molta probabilità si parla di un proseguo delle modalità di pagamento pensioni INPS da parte di Poste Italiane. I pagamenti anticipati  potranno dunque riguardare all’evasione in anticipo:

  • Pagamento pensioni
  • Pagamento di assegni
  • Evasione indennità pensionistiche
  • Retribuzioni relative a invalidità civili

Pensioni Inps giugno: le date dei pagamenti

Se come si prevede dovesse venire adottata la stessa metodologia di evasione delle Pensioni INPS, potremo avere come prima data utile il prossimo 26 maggio per l’accredito a:

  • Coloro che possiedono un Conto BancoPosta
  • I titolari di Libretto di Risparmio
  • I possessori di una carta PostPay Evolution

E’ bene tenere a mente che per evitare inutili code agli sportelli, i possessori di Carta Libretto, Postamat, e PostPay Evolution, potranno in tutta comodità visionare on line l’esito dell’addebito. Inoltre per gli stessi sarà possibile effettuare il ritiro di somme di contanti, presso gli oltre 7 mila sportelli automatici ATM, in tutta tranquillità.

Per tutti i pensionati che abbiano già compiuto il 75° anno di età e che riscuotono mensilmente allo sportello di Poste Italiane la loro pensione in contanti, vi è da tempo un servizio a disposizione. Per loro è stato formulato un servizio gratuito nel momento in cui non sia stato eletto alcun soggetto ad operare al ritiro, con delega. Sarà cura dei Carabinieri del comparto di zona, ritirare e consegnare presso il proprio domicilio la pensione INPS. Per attivare tale servizio sarà sufficiente consultare il sito poste.it, oppure mettersi in contatto con il call center postale al recapito: 800 00 33 22

Facendo riferimento all’evasione dei pagamenti dei mesi precedenti, è facile formulare l’ipotesi di un calendario del pagamento delle Pensioni INPS, sulla stessa linea dei parametri già adottati.

Calendario pagamenti pensioni Inps giugno

E così tenendo conto delle iniziali del proprio cognome, il calendario dell’erogazione delle Pensioni Inps, potrebbe essere così composto:

  • A partire dalla lettera A alla lettera B il 26 maggio
  • A partire dalla lettera C alla lettera D il 27 maggio
  • A partire dalla lettera E alla lettera K il 28 maggio
  • A partire dalla lettera L alla lettera O il 29 maggio
  • A partire dalla lettera P alla lettera R il 31 maggio
  • A partire dalla lettera S alla lettera Z il 1° giugno