Connettiti con noi
nuovo modello 730 mente finanziaria

Notizie

Nuovo modello 730: tutte le novità del 2020

Nuovo modello 730: tutte le novità del 2020

Nuovo modello 730: ecco tutte gli aggiornamenti resi noti dall’AdE

Proprio nella giornata di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato una serie di novità riguardanti i modelli per la dichiarazione dei redditi. Ecco, dunque, il nuovo modello 730 che si affianca al nuovo 770, alla certificazione unica e alla nuova Iva Online.

Modello 730: cosa è?

Il 730 è il modello per la dichiarazioni dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e ai pensionati che hanno un certo tipo di reddito. Si tratta di un modello molto comodo poiché il contribuente non deve fare alcun calcolo: ottiene eventuali rimborsi in busta paga e lo stesso avviene per le eventuali trattenute.

Il 730, inoltre, è a disposizione in maniera precompilata che non è obbligatoria da usare, ma che è molto comoda.

Modello 730: novità per eredi

Sono tante le novità introdotte dall’Agenzia delle Entrate, a cominciare da quelle che riguardano gli eredi.

“Dalla prossima stagione dichiarativa gli eredi potranno utilizzare il 730 per effettuare la dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto nel periodo compreso fra il 2019 e il 23 luglio 2020 e che presentava i requisiti per utilizzare questo modello semplificato”, dichiara l’AdE in una nota stampa.

Questo permetterà una sostanziale semplificazione per gli eredi del deceduto.

730: figli a carico, nuovo limite

Entra nel nuovo 730 anche il nuovo limite per i figli a carico di età non superiore ai 24 anni: il limite di reddito complessivo passa a 4.000 euro l’anno.

Modello 730: sport, ambiente e auto elettriche

Particolarmente interessanti le altre novità che riguardano tale modello per la dichiarazione dei redditi.

Nel 730 entrano a pieno diritto lo sport bonus, ma anche il credito di imposta per la bonifica ambientale.

Per questo ultimo aspetto, rientrano tutti i lavori che portano a una maggiore tutela ambientale e della salute. Ad esempio la rimozione dell’amianto, la prevenzione del dissesto idrogeologico e così via.

Poi ecco la detrazione del 50% per le spese di realizzazioni delle colonnine per la ricarica delle auto elettriche: un ulteriore incentivo per passare alla mobilità green.

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×