Connettiti con noi
Tasse

Notizie

Marca da bollo 2020: a cosa si applica

Marca da bollo 2020: a cosa si applica

Come, dove, quando applicare la marca da bollo 2020 sulle fatture

Marca da bollo 2020: quali novità? Quasi tutti, prima o poi, siamo incappati nella Marca da Bollo da 2€, un tributo alternativo all’Iva che, quindi, si applica a tutte quelle fatture emesse senza l’addebito Iva.

Ecco nel 2020 come e dove si applica:

  • sulle fatture elettroniche o cartacee con importi superiori a 77,47€ va sempre applicata;
  • sulle fatture con importi inferiori a € 77,47 non va mai applicata;
  • sulle fatture “miste”, con voci soggette a Iva e voci non soggette, la marca da bollo si applica solo se gli importi non soggetti sono superiori a 77,47€.

Chi paga la marca da bollo 2020?

La marca da bollo solitamente è a carico del debitore, come dichiarato nell’art. 1.199 del C.C.

Quando la marca da bollo è a carico del cliente, secondo l’Art. 15 DPR 633/1972, l’importo deve essere riportato in fattura tra le operazioni esenti Iva; quando, invece, è a carico del fornitore, l’importo non deve essere citato in fattura.

Per il pagamento dell’imposta e per le sanzioni amministrative sono solidali entrambe le parti, ovvero sia chi emette sia chi riceve la fattura. Per esempio, se nella fattura dovesse mancare la marca da bollo, chi la dovesse ricevere dovrebbe obbligatoriamente presentarsi all’Agenzia delle Entrate entro 15 giorni per provvedere al pagamento della stessa (versando, quindi, la somma di 2€). In caso contrario, la sanzione ricadrebbe su entrambe le parti.

Sanzioni e smarrimento originale

In caso di omissione della marca da bollo o di apposizione con data posteriore a quella della fattura è prevista una sanzione amministrativa di pari al doppio o al quintuplo dell’imposta.

In caso di smarrimento della fattura originale su cui è stata apposta la marca da bollo, non sono previste sanzioni. La copia conforme, infatti, segue lo stesso trattamento dell’originale.

Marca da bollo 2020 e fatturazione elettronica: cosa cambia

La Legge di Bilancio 2020 ha introdotto una variazione rispetto al passato. I contribuenti per cui “gli importi non superino la soglia annua di 1000€” potranno effettuare il versamento della marca da bollo sulle fatture elettroniche attraverso due pagamenti da effettuarsi entro il 16 giugno e il 16 dicembre. Pagamenti trimestrali previsti, invece, per le fatture con importo superiore ai 1000€.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×