Connettiti con noi

Economia

Manovra: arrivano 5 miliardi di Euro di debito e (forse) l’aumento dell’IVA

Manovra: arrivano 5 miliardi di Euro di debito e (forse) l’aumento dell’IVA

Vota questo articolo

Manovra: l’aumento parziale dell’IVA e 5 miliardi di interessi sul debito pubblico sono le prime emergenze da affrontare dopo la crisi di governo.

La manovra finanziaria prevista per il 2020 non è ancora arrivata, ma preoccupa già i mercati.

Secondo un’indagine del Sole 24 Ore, basata sui titoli di Stato emessi negli ultimi tempi, il governo ora in crisi avrebbe lasciato qualcosa come 5 miliardi di euro di interessi sul debito pubblico.

I 5 miliardi sarebbero spalmati per 2,8 miliardi nel 2019 e per i restanti 2,3 miliardi nel 2020. L’aumento dello spread dovuto alle vicende politiche non poteva che dare i tuoi effetti nell’immediato. Le dichiarazioni contro l’Unione Europea e contro le clausole di salvaguardia allontanano anche quelli che sono i benefici delle politiche monetarie della BCE, benefici che potrebbero arrivare già da settembre.

Aumento dell’IVA: cosa accadrà?

L’aumento dell’IVA è una delle clausole da disinnescare nella prossima manovra. I mercati oggi si chiedono se la prossima manovra si farà o meno, chi la farà e se si entrerà nell’esercizio provvisorio.

Tutta questa incertezza si manifesta anche sulle clausole di salvaguardia, ovvero sulle azioni che il governo si è impegnato a fare se il debito dovesse essere troppo elevato.

Se non si trovano subito i 23 miliardi di euro necessari per disinnescare solo per il 2020 l’IVA con una manovra adeguata, l’Italia potrebbe pagare lo scotto dell’instabilità finanziaria.

Per questo, lo spread ha superato oggi i 200 punti base, nell’attesa che Giuseppe Conte riferisca in Parlamento oggi alle 15.00. Fino a quel momento, tutti gli scenari sono ancora possibili, tranne uno: l’aumento dell’IVA non si potrà disinnescare con i soldi del reddito di cittadinanza.

Infatti, per quest’anno il governo aveva definito questa spesa per 9 miliardi di euro, puoi ridurla a 7 miliardi, ben lontani dai 23 necessari per il disinnesco.

Non resta che attendere le prossime ore per capire come andrà a finire. Quale governo dovrà provvedere per risolvere questi problemi? La manovra e gli impegni europei potrebbero non dare il tempo per nuove elezioni.

Copywriter freelance, si occupa di notizie di economia da 8 anni. Per lei, avere una mente finanziaria è il miglior modo per miglirare la vita di tutti i giorni.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi