Legge di Bilancio 2021: agevolazioni all’occupazione femminile

occupazione femminile

Nuove misure a sostegno dell’occupazione e dell’imprenditoria femminile. Legge di Bilancio 2021: agevolazioni all’occupazione.

Legge di Bilancio 2021: agevolazioni all’occupazione femminile. Con il disegno della Legge di Bilancio 2021, il Ministero dell’Economia e delle Finanze sta predisponendo una serie di strumenti a sostegno dell’occupazione e dell’imprenditoria femminile. Ecco quali.

Sgravi contributivi del 100% per assunzioni a tempo indeterminato. Requisiti.

Chi deciderà di assumere una donna a tempo indeterminato, nel biennio 2021-2022, potrà godere di uno sgravio contributivo del 100%, fino ad un massimo di 6.000 euro annui, nel rispetto dei seguenti requisiti:

  • stato di disoccupazione da almeno 6 mesi per le persone residenti nelle regioni del mezzogiorno;
  • stato di disoccupazione di almeno 24 mesi per le persone residenti nelle restanti regioni italiane;
  • non vige alcun limite di età (quindi lo sgravio contributivo è ottenibile anche se la lavoratrice ha superato i 35 anni).

Legge di Bilancio 2021: agevolazione all’occupazione femminile. Fondo a sostegno dell’Impresa Femminile per l’alta tecnologia: cosa prevede?

Con Legge di Bilancio 2021, viene istituito il Fondo a sostegno dell’Impresa Femminile. Il Fondo, per cui sono stati stanziati 20 milioni di euro per l’anno 2021 e 20 milioni per l’anno 2022, è destinato al sostegno dell’imprenditoria femminile nel campo dell’alta tecnologia e prevede:

  • contributi a fondo perduto
  • finanziamenti agevolati;
  • finanziamenti a tasso zero;
  • assistenza all’attività imprenditoriale; 
  • investimenti.

Incrementato il Fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile in agricoltura

Si prevede di erogare ulteriori 15 milioni di euro a favore del Fondo a sostegno dell’imprenditoria femminile in agricoltura, attivato nel 2020: https://www.mentefinanziaria.it/mutuo-agevolato-imprenditrici-agricole/