Jova beach party tra proteste. Ma quanto vale Jovanotti?

Jova beach party già all’annuncio della prima data fà infuriare gli ambientalisti. Scopriamo cosa ha in mente il vulcanico Jovanotti, con uno sguardo rivolto anche all’ammontare del suo patrimonio.
jova beach party
jova beach party

Jova beach party già sta facendo parlare molto, solo al suo annuncio. I tantissimi fan di Lorenzo Jovanotti, hanno ben annotato sulla loro agenda l’appuntamento che  ieri che ha veduto aprire le vendite on line per i biglietti del prossimo tour. Tutti pronti quindi per tornare finalmente a ballare e cantare sotto il sole? Con l’occasione diamo uno sguardo anche  al possibile giro d’affari che ruota intorno all’eclettico Lorenzo Jovanotti, alias Lorenzo Cherubini.

Chi è l’ideatore del Jova Beach Party

Lorenzo Cherubini deve il suo pseudonimo d’arte da una curiosa svista del tipografo a cui venne commissionata una locandina promozionale. L’artista istrionico della canzone pop italiana, nasce nel 1966 a Roma. Il suo stile viene confezionato ad arte dal grande Claudio Cecchetto alla fine degli anni ’80. Gli esordi sono decisamente hip hop misto al funky.

Ben presto Jova inizia a svilupparsi musicalmente abbandonando la sua aria scanzonata, rivolgendosi verso testi sempre più elaborati e profondi. Ad una sua evoluzione personale possiamo quindi dire che corrisponda  quella musicale e discografica. Il suo attivismo pacifista e politico è sempre più  evidente in tutte le sue apparizioni, e i suoi concerti live sono seguiti sa una folla sempre più vasta di pubblico.

Stupisce ad ogni sua nuova uscita discografica, cambiando di volta in volta  stile e sonorità, alla ricerca di strade nuove e di testi che devono comunque essere attinenti con il contesto che si sta vivendo. Anche il cinema appassiona Jovanotti come tutte le forme d’arte d’altronde. Rimane affascinato da film fumettistica, doppiaggio, pubblicità e videoclip. Il palco è la sua dimensione preferita, e con il progetto Jova beach party, ha segnato la storia dei live in Italia.

Jova beach party edizione 2022: infuriano le polemiche

È notizia delle ultime ore che il tanto atteso nuovo tour di Jova, stia infiammando gli animi delle associazioni ambientaliste. Per la prossima estate si sta pensando già all’organizzazione del nuovo Jova beach party edizione 2022.  Una delle tappe è stata definita sulla spiaggia di Marina di Ravenna. Ma gli ambientalisti non sono d’accordo e a mezzo stampa si legge: “Per i concerti ci sono i luoghi attrezzati e gli stadi e non luoghi incontaminati o le coste che rappresentano un fragilissimo patrimonio pubblico di biodiversità da proteggere”.

Anche Legambiente e Italia nostra, sono insorte contro il Jova beach party, e i suoi appuntamenti in luoghi fuori dagli stadi. C’è chi chiede ora lo stop definitivo ai concerti nelle spiagge e nei luoghi naturali. Con tanto di presidio di protesta. Sono attese le repliche da parte di Jovanotti, che in precedenza è già riuscito a sedare tali situazioni, con il suo precedente tour.

A quanto ammonta il patrimonio di Jovanotti e signora

In merito al patrimonio del creativo Jovanotti, si vociferano cifre annuali intorno ai 750 mila  euro. Come riportato anche da Milano Finanza nel 2019, la società Soleluna srl, che vede la partecipazione al 90% dall’artista e al 10% di sua moglie Francesca Valiani, il bilancio si era chiuso con un utile pari € 961 mila. Un dato con una crescita pari al +164% rispetto all’anno precedente. Si tratterebbe comunque solo di stime che le testate finanziarie periodicamente mettono a fuoco, in merito ai guadagni di Lorenzo Cherubini e signora.

E pensare che c’è chi pensa ancora che siano solo canzonette.

Articoli Correlati