Connettiti con noi
DPI

Economia

Impresa sicura: il bando Invitalia per le spese per i dispositivi di protezione

Impresa sicura: il bando Invitalia per le spese per i dispositivi di protezione

Impresa Sicura: il bando Invitalia per il rimborso fino a 150 mila euro per le spese per i DPI. Come fare domanda.

Impresa Sicura, è questo il nome dell’intervento stabilito con il Decreto Cura Italia per il rimborso alle imprese delle spese sostenute per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale tra il 17.03.2020 e la data di invio della domanda.

Impresa Sicura: chi può fare domanda

Il bando, emanato da Invitalia, è destinato a tutte le imprese regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, indipendentemente, quindi, da forma giuridica, settore economico o dimensione.

Possono inoltrare domanda tutte le imprese:

  • con sede principale o secondaria nel territorio nazionale;
  • che non siano in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure con finalità liquidatoria.

La somma rimborsabile e le spese ammissibili

Il rimborso previsto è pari al 100% delle spese ammissibili, fino ad un massimo di 150 mila euro per impresa e di 500 euro per addetto, fino ad esaurimento dello stanziamento di 50 milioni di euro.

La domanda di rimborso è ammessa per l’acquisto dei seguenti DPI:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovra-scarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti e/o antisettici

Impresa Sicura: come fare domanda

La domanda deve essere presentata in via telematica, accedendo al link Invitalia https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/emergenza-coronavirus.

Sarà possibile prenotare il rimborso dall’11 al 18 maggio, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18. Per poter procedere con l’inoltro della domanda, sarà necessario avere a disposizione le seguenti informazioni:

  • il codice fiscale dell’impresa proponente;
  • il codice fiscale del legale rappresentante, ovvero del titolare dell’impresa proponente o della persona giuridica in caso di impresa proponente amministrata da soggetti diversi dalle persone fisiche;
  • l’importo da rimborsare.

Verrà, successivamente, pubblicato l’elenco delle imprese ammesse al bando, in ordine cronologico, e di quelle non ammesse. Le imprese ammesse al bando potranno presentare domanda ufficiale dalle ore 10 del 26.05.2020 alle ore 17.00 del 11.06.2020 nella pagina web dedicata.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×