Connect with us

Finanza

Fondi Comuni Tematici: cosa sono?

Vota questo articolo

I fondi comuni azionari e tematici a cosa servono? Sono consigliabili a tutti gli investitori? Quali i rischi e quali le opportunità?

Negli articoli precedenti abbiamo dei fondi comuni di investimento e abbiamo spiegato che la ricetta vincente dell’investitore avveduto è racchiusa nel concetto della diversificazione.

Abbiamo mostrato anche che, per raggiungere tale obiettivo, conviene acquistare quote di fondi comuni sia in un’unica soluzione (PIC) che a rate (PAC).

Per attenuare i rischi conviene acquistare i fondi azionari sotto forma di PAC: piano di accumulo di capitale. Questo perché nelle fasi di ribasso dei mercati azionari, ribasso che può durare anche mesi o anni, a parità di acquisto mensile si comprano più quote di un fondo azionario. Quando i mercati si rialzeranno, l’investitore che non si è fatto cogliere dal panico avrà messo da parte un guadagno spesso maggiore rispetto a un investito in un’unica soluzione.

I fondi PIC e PAC sono consigliabili a tutti? come operano?

Il piano di accumulo di capitale è consigliato a chi, deve ancora creare un proprio portafoglio di investimento. In primis dovrebbero essere i giovani che avendo un lungo orizzonte temporale possono approcciare ai mercati azionari. La strategia dovrebbe essere quella di spalmare il rischio a rate senza farsi prendere dall’ansia nei momenti di crollo dei corsi azionari.

I fondi geografici (quelli che investono in una certa area del pianeta come i fondi Euro, Europa, Asia, USA, Paesi Emergenti ecc) da molti anni si sono affacciati a quelli tematici.

Cosa sono i fondi tematici?

I fondi tematici sono fondi che investono solo in alcuni ambiti specifici come i Fondi Biotecnologici, i Fondi Hi-Tec, i fondi Robotics, i Fondi Etici, i fondi Megatrend.

Analizziamoli brevemente.

I fondi biotecnologici: investono in aziende farmacologiche di nicchia che fanno ricerca su alcune molecole e principi attivi per combattere malattie rare o diffuse con terapie all’avanguardia. Tali aziende sono per lo più concentrate negli USA. Il rischio di investire in queste aziende è dato dal fatto che si investe su un risultato incerto. Affinché tali cure possano essere efficaci e messe a disposizione dei medici per curare i malati possono passare anche molti anni. Inoltre, non tutte le strade porteranno alla licenza delle agenzie deputate alla loro approvazione come la Food and Drug Administration negli USA.

Di contro il potenziale dell’investimento in un fondo biotech permette all’investitore di puntare su un settore dal grande potenziale e all’avanguardia. L’invecchiamento dei popoli dei Paesi più sviluppati e la ricerca di soluzioni a malattie incurabili o che sono curate poco o con farmaci obsoleti è un buon motivo per puntare su un fondo biotech.

I fondi Hi-Tech: investono in aziende all’avanguardia tecnologica, si pensi ai grandi gruppi degli smartphone, delle infrastrutture internet, software e altre aziende che vivono sulle nuove tecnologie.

Capitolo a parte ma collegato al precedente i Fondi Robotics. I robot stanno sostituendo la manodopera umana e non si pensi solo alle fabbriche e ai lavori pesanti. I fondi di robotica investono anche in aziende attive sulla microchirurgia ovvero in aziende che sostituiranno la mano del chirurgo con un robot.

Sui fondi etici rimandiamo a un articolo ad hoc.

I Fondi Megatrend quelli che investono in temi di lungo periodo e possono contenere anche alcuni temi già trattati. Possono investire in aziende di hi-tech e robotica a cui aggiungiamo: l’acqua, l’agricoltura, le energie alternative.

Cosa succede se acquisto un fondo azionario?

Acquistando quote di un fondo azionario l’investitore si accolla il rischio di subire perdite, anche elevate, sul proprio capitale. Ecco che può essere interessante acquistare anche questi fondi sotto forma di PAC. Inoltre, un portafoglio di un investitore che non ha una elevate capacità di risparmio non dovrebbe essere investito in modo preponderante di fondi tematici. Ma questo, come l’intera valutazione di creazione, crescita e conservazione di un portafoglio efficace, andrebbe valutato insieme a un bravo professionista.

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche

Gianni Bandiera è un professionista, amante del mercato finanziario e esegue corsi di finanza etica.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
To Top
×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi