Connettiti con noi
Inps

Economia

Decreto Agosto: prorogate Naspi e Dis-Coll

Decreto Agosto: prorogate Naspi e Dis-Coll

Decreto Agosto, prorogate di 60 giorni Naspi e Dis-Coll in scadenza tra il 1 maggio e il 30 giugno. Ecco chi può usufruirne.

Decreto Agosto: prorogate Naspi e Dis-Coll. Tra i provvedimenti inseriti nel Decreto Agosto, troviamo una ulteriore proroga di due mesi per le indennità di disoccupazione Naspi e Dis-Coll. La proroga avverrà automaticamente per tutte le indennità in scadenza tra il 1 maggio e il 30 giugno 2020.

All’art. 5 del Decreto Agosto, si legge che “le prestazioni previste dal decreto legislativo 4 marzo 2015 n. 22, il cui periodo di fruizione termini nel periodo compreso tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020, sono prorogate per ulteriori due mesi a decorrere dal giorno di scadenza, alle medesime condizioni […]. L’importo  riconosciuto per ciascuna  mensilità aggiuntiva è pari all’importo dell’ultima mensilità spettante per la prestazione originaria“.

Decreto Agosto, Naspi e Dis-Coll prorogate automaticamente per 60 giorni dal giorno di scadenza

Con il nuovo Decreto, quindi, Naspi e Dis-Coll in scadenza nel periodo indicato, vengono prorogate “d’ufficio” per ulteriori 60 giorni a partire dal giorno di scadenza.

L’indennità verrà erogata dall’Inps che provvederà a versarla partendo dalle scadenze di maggio 2020.

Naspi e Dis-Coll: come calcolare l’importo spettante nel periodo di proroga

Le novità per Naspi e Dis-Coll non finiscono qui. L’importo, infatti, non subirà la riduzione progressiva del 3%, come di prassi. Le mensilità, quindi, saranno pari all’ultima percepita, ovviamente calcolata moltiplicando l’indennità giornaliera per i giorni spettanti.

Chi può usufruire della proroga ed eccezioni

Possono usufruire della proroga automatica di 60 giorni di Naspi e Dis-Coll, le persone la cui indennità di disoccupazione risulta in scadenza tra il 1 maggio e il 30 giugno 2020.

Sono esclusi:

  • coloro che hanno percepito ulteriori strumenti di sostegno al reddito (quali Bonus o Reddito di emergenza);
  • coloro che hanno fruito della Naspi in forma anticipata (D.lgs n. 22 del 2015).

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×