Connettiti con noi
bonus matrimonio 2021

Economia

Bonus matrimonio 2021

Bonus matrimonio 2021

Dai fiori all’abito, passando per ristorante e parrucchiera: in arrivo un aiuto alle coppie e al settore eventi e cerimonie. Bonus matrimonio 2021: quali spese vengono rimborsate?

Bonus matrimonio 2021: quali spese vengono rimborsate? È ancora una proposta di emendamento e già sta riscuotendo grande interesse. Il Bonus matrimonio 2021 potrebbe aiutare moltissime coppie a contenere i costi del giorno più bello, con aiuti economici sostanziosi per cerimonia e ricevimento.

In un’anno come il 2020, non stupisce che molte coppie, a seguito dell’epidemia, abbiano deciso di rimandare le nozze a data da destinarsi, causando un duro colpo al settore eventi e cerimonie. Nessuna garanzia che il 2021 sia un anno migliore: molti, infatti, provati dalla crisi economica “post pandemia” potrebbero non avere la disponibilità per un matrimonio.

Bonus matrimonio 2021: detrazioni fino al 25% sui servizi

Ecco che arriva in aiuto la proposta di emendamento per l’introduzione di un Bonus matrimonio che, nelle intenzioni, potrebbe consentire detrazioni fino al 25% su molte spese: fiori, ristorante, fotografia, parrucchiera, truccatrice, ma anche bomboniere, giochi pirotecnici, luci ed effetti speciali.

Insomma, il comparto dell’organizzazioni di eventi dovrebbe benificiarne, così come le coppie che dovrebbero recuperare un quarto delle spese, fino ad un massimo di 25.000 euro.

Come e quando fare domanda

Trattandosi di una proposta, non ci sono ancora notizie certe su quando e in che modalità sarà possibile presentare domanda. Per tutto questo, è necessario attendere la conversione del Decreto Rilancio.

Buone notizie in arrivo, dunque, per un settore che come (o forse più) degli altri ha risentito del lockdown e delle norme di sicurezza sanitaria. Se la proposta dovesse essere approvata, infatti, molte coppie potrebbero decidere di fissare una nuova data per le nozze nel 2021, consentendo di recuperare, seppur parzialmente, le perdite di questo annus horribilis per l’economia.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×