Connettiti con noi
bonus centri estivi

Economia

Bonus Centri Estivi e baby sitter: come fare domanda

Bonus Centri Estivi e baby sitter: come fare domanda

Bonus Centri Estivi e baby sitter aumentato a 1200 euro per nucleo famigliare: come fare domanda

Il Decreto Rilancio ha introdotto una serie di misure a sostegno di imprese e cittadini nella fase post – epidemia. Tra gli strumenti, sicuramente di grande rilevanza il Bonus Centri Estivi e Baby Sitter destinato alle famiglie con minori fino a 12 anni.

Con Messaggio n. 2350 del 5 giugno l’Inps ricorda che l’importo del Bonus è stato aumentato da 600 a 1200 euro e può essere richiesto sia da coloro che hanno già fatto domanda per la “prima tranche” da 600 euro, per un importo massimo di ulteriori 600 euro, sia da coloro che non hanno mai usufruito del Bonus, per una erogazione massima di 1200 euro a nucleo famigliare.

Chi può fare domanda

Il Bonus, utilizzabile per i servizi fruiti dal 5 marzo al 31 luglio 2020, è destinato a:

  • dipendenti del settore privato;
  • autonomi iscritti all’Inps;
  • professionisti iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata;
  • autonomi iscritti alle casse professionali.

Il Bonus non è compatibile con il Congedo Straordinario Covid-19, con il Bonus Asilo Nido, con NASpI o altri strumenti di sostegno al reddito.

Come richiedere il Bonus Baby Sitter e modalità di erogazione

Per richiedere il Bonus Baby Sitter, famiglia e professionista dovranno iscriversi al Libretto di Famiglia.

Concesso il Bonus, il nucleo famigliare avrà 15 giorni per procedere con l’appropriazione, mezzo canali indicati nella domanda.

Come richiedere il Bonus Centri Estivi e modalità di erogazione

Per richiedere il Bonus Centro Estivo, sarà necessario allegare la ricevuta e/o fattura d’iscrizione al servizio, indicando la durata dell’iscrizione (almeno 1 settimana), l’importo già pagato e quanto ancora da versare, ragione sociale, p.iva e/o codice fiscale, il codice identificativo della struttura che ospita il minore:

  • Centri e attività diurne (L);
  • Centri con funzione educativo-ricreativa (LA);
  • Ludoteche (L1);
  • Centri di aggregazione sociale (LA2);
  • Centri per le famiglie (LA3);
  • Centri diurni di protezione sociale (LA4);
  • Asili e servizi per la prima infanzia (LB);
  • Asilo Nido (LB1);
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia (LB2);
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: spazi gioco (Lb2.2);
  • Servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia: centri bambini genitori (LB2.3).

Il Bonus Centri Estivi non passerà dal Libretto di Famiglia, ma verrà erogato secondo le seguenti modalità:

  • conto corrente bancario o postale
  • accredito su libretto postale;
  • carta prepagata con IBAN;
  • bonifico domiciliato presso le poste.

In tutti i casi, l’intestatario dovrà corrispondere al beneficiario del Bonus.

Come inoltrare la domanda

La domanda per il Bonus Baby Sitter e il Bonus Centri Estivi potrà essere inoltrata secondo le seguenti modalità:

  • accedendo alla sezione “Domanda di prestazioni a sostegno del reddito” del proprio profilo utente MyINPS attraverso PIN, SPID, CIE o CNS;
  • chiamando il numero verde 803 164 da rete fissa o 06 164164 da rete mobile. Verrà richiesta l’autenticazione mezzo PIN Telefonico generato nella sezione personale MyINPS;
  • attraverso i patronati.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×