Connettiti con noi
bollo auto come funziona mentefinanziaria

Notizie

Bollo auto 2020: come si paga?

Bollo auto 2020: come si paga?

Bollo auto 2020: tutto ciò che c’è da sapere dopo l’approvazione del decreto fiscale

Bollo auto 2020, quali novità sono state approvate? Di news rilevanti ce n’è solo una e riguarda la modalità di pagamento che dal 1° gennaio 2020 è cambiata.

Il bollo auto dovrà essere pagato attraverso il circuito PagoPA.

Bollo auto: cosa è?

Il suo nome per esteso, e forse meno noto, è “calcolo della tassa regionale automobilistica” e non è altro che una imposta regionale che tutti i possessori di un’auto devono versare.

Il bollo viene pagato una volta sola all’anno dal proprietario del mezzo regolarmente assicurato. La cifra che il cittadino deve pagare dipende dalla potenza del veicolo e dal suo impatto ambientale (euro 2, euro 3, euro 4, euro 5 e così via).

Più l’auto è potente più si paga, più l’auto inquina e più si paga.

Il bollo non è uguale in tutte le Regioni: ogni ente regionale ha i suoi parametri di riferimento, perciò il calcolo della tassa varia.

Sono esenti dal pagamento del bollo: i proprietari invalidi, le auto storiche, le auto a basso tasso di inquinamento (elettriche, metano, etc.).

Bollo auto: quando si paga?

L’imposta si deve pagare entro il mese successivo alla scadenza. Per esempio, se il nostro bollo scade ad agosto, noi dovremmo pagarlo entro il 30 settembre.

Bollo auto: cosa cambia?

Con l’approvazione del decreto fiscale e della manovra di bilancio è stata introdotta una novità importante: tale imposta potrà essere pagata solo con il circuito PagoPA. Non si tratta di una novità “assoluta”, ma con la norma introdotta tutti i pagamenti vengono uniformati a livello nazionale e si potrà dire addio al RAV.

Bollo auto: ecco come si paga

PagoPa non è un sito internet: si tratta di un sistema di gestione dei pagamenti elettronici pensato appositamente per i contribuenti ed è adottato dalla Pubblica Amministrazione.

Perché è comodo PagoPa? Perché i pagamenti vengono contabilizzati in tempo reale.

L’imposta automobilista può essere pagata sia in punti fisici che in siti internet, purché abilitati a PagoPA (gli abilitati espongono un apposito logo):

  • sportelli bancari;
  • ATM;
  • uffici postali;
  • home banking;
  • app di pagamento;
  • Sisal, Lottomatica.

Continue Reading
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×