Beni rifugio: cosa sono, a cosa servono, come investire

In molti si domandano cosa siano i Beni Rifugio e in che modo possano servire. Di seguito ti spieghiamo cosa sono, a cosa servono, quali sono mi migliori, e come investire.
Lingotti-oro-monete-gioielli
Beni Rifugio, lingotti d'oro, monete e gioielli

In questo periodo di forte crisi economica, dovuta principalmente ai vari lock down e alle misure attuate per contenere l’epidemia da Coronavirus, in molti si saranno chiesti come poter mettere al sicuro i propri risparmi.

A questo proposito, ultimamente si è sentito parlare di “Beni Rifugio”, che da sempre vengono considerati il miglior investimento dal punto di vista della sicurezza. Vediamo ora di capire cosa sono in realtà questi “beni rifugio”.

Beni Rifugio: cosa sono e quali sono

Sostanzialmente si tratta di beni il cui valore non muta nel tempo, neppure andando incontro a determinati eventi, come ad esempio una grave crisi economica, la variazione del livello dei prezzi, o un’emergenza, come appunto quella provocata dal COVID19.

Per questa ragione il bene rifugio viene visto come un vero e proprio paracadute per i propri risparmi. Anzi, si può anche affermare che spesso, in fase di crisi, il loro valore tende ad aumentare, anche se momentaneamente, con una conseguente maggior richiesta sul mercato. Un esempio di bene rifugio potrebbe essere un immobile di pregio, oppure un orologio di lusso come il Rolex.

In base a quanto dicono gli esperti, vediamo quali sono i migliori beni rifugio sono i seguenti:

oro, orologi, monete da collezione, polizze vita rivalutabili, opere d’arte, valute, gioielleria, immobiliare e terreni, francobolli, auto d’epoca, ceramiche cinesi, vini pregiati, diamanti, titoli di stato, mobili antichi, collezionismo.

A cosa servono i Beni Rifugio

I motivi che spingono ad investire il proprio capitale in beni rifugio sono diversi, due in particolare sono legati a due normative,  bail-in e CACS. Nel primo caso, se la banca presso la quale vengono tenuti i propri capitali dovesse trovarsi in una fase di rischio, può costringere i propri creditori a dover partecipare con i loro fondi ad una operazione di salvataggio. Mentre nel caso CACS, il salvataggio fa riferimento allo Stato, che qualora ci fossero ragioni piuttosto gravi di finanza pubblica, come ad esempio la pandemia di Coronavirus, il Tesoro può decidere attraverso determinate postille dette ”clausole Cac”, di rivalutare quanto promesso a livello di interessi, e di restituzione del capitale investito.

In ambedue i casi, investire in beni rifugio, rappresenta il modo migliore per proteggere il proprio capitale, in quanto i beni materiali non partecipano né al bail-in e né al CACS.

Per concludere, possiamo affermare che i beni rifugio, rappresentano un investimento protettivo in caso di crisi economica, e non sono assolutamente a carattere speculativo.