Vivere di rendita: come fare e quanti soldi occorrono

Vivere di rendita a quanto pare potrebbe essere il sogno di molti di noi. Ma è davvero possibile vivere di rendita senza dover più lavorare? Ecco la nostra guida che potrà offrire qualche valido suggerimento.
Vivere di rendita
Vivere di rendita

Vivere di rendita senza doversi più preoccupare delle proprie finanze, della scadenza del mutuo, o di provvedere al pagamento di diversi oneri, oggi più che mai è il sogno di gran parte di noi. Potrebbe essere una buona idea quella di vivere di rendita affittando case. Eppure ci si chiede come vivere di rendita capitale necessario o sul vivere di rendita significato. Con la nostra breve una guida cercheremo di andare a fornire qualche consiglio utile, a semplificare la nostra vita, non dovendo più pensare al nostro sostentamento.

Vivere di rendita: perché tutti lo sognano

Non perdere più il sonno a causa delle rate da pagare, del mutuo da dover saldare, delle bollette da pagare o dei conti di fine mese, è possibile? Ma volendo scendere nel dettaglio cosa si intende con l’espressione” vivere di rendita”? Nello specifico si va a definire quel surplus economico, che ci assicura il tenore di vita che desideriamo, senza per questo dover ricorrere al lavoro.

Pertanto se ne deduce che gli investimenti messi a punto dovranno andare a produrre la giusta quantità di denaro in maniera passiva da consentire un surplus oltre a provvedere alle spese mensili (mutuo, bollette, macchina, eventuale affitto, e tutto il resto).

Sicuramente non è un’impresa semplice, ma nemmeno impossibile. Inizialmente saranno da mettere in conto qualche rinuncia e qualche sacrificio, che andranno a determinare un fondo e un sistema che vada a creare questa tanto ricercata eccedenza economica. Di seguito andremo a far luce su alcuni suggerimenti su come vivere di rendita, e soprattutto vedremo di che cifre si avrà reale bisogno.

Quanti soldi occorrono per poter vivere di rendita? Come fare un rapido conto

Certamente non possiamo applicare una legge universale che vada a stabilire una stessa cifra per tutti. L’importo necessario a vivere di rendita di fatto implica il coinvolgimento di diversi fattori. Sarà opportuno porre la propria attenzione su diversi aspetti, per poi meglio agire di conseguenza:

  • Fare un’attenta valutazione del proprio tenore di vita;
  • Tenere conto anche dell’incidenza dell’inflazione nel tempo;
  • Prendere in esame le performance degli investimenti;
  • Valutare la propria situazione familiare;
  • Considerare anche gli imprevisti.

Al termine di questa serie di valutazioni sarà bene individuare la propria libertà finanziaria. Deversi sono i motivi che ci portano a desiderare di vivere di rendita: smettere di lavorare, la precarietà economica o il desiderio di diventare milionario.

Da tenere ben in considerazione inoltre che il vivere di rendita deve essere il mezzo e non l’obiettivo del raggiungimento del benessere personale.Si potrà iniziare anche con una piccola disponibilità, andando a considerare un termine ragionevole, costruendo così un capitale da investire.

Come sviluppare rendite passive consistenti sul lungo termine

Tra alcuni metodi per guadagnare e vivere di rendita che sono i più remunerativi e semplici da attuarsi, possiamo trovare:

  • Investire in azioni: i titoli azionari riconoscono agli investitori una quota degli utili prodotti, periodicamente. Di certo in questa occasione si dovrà scegliere con grande accortezza, la società su cui investire andando a studiare bene il mercato, o affidandosi a professionisti.
  • Acquistare o creare un business: anche questa operazione consente di andare ad aumentare il proprio reddito, a prescindere dalle energie investite. In questo caso l’introito sarà ben difeso contro l’inflazione, che in questi ultimi tempi sarà determinando grande incertezza. L’importante però starà nel non farsi assorbire dall’attività stessa.
  • Investire in obbligazioni o titoli di stato: le obbligazioni e i titoli di stato possono risultare essere un’ottima fonte di rendita passiva.
  • Dare vita ad una royalty: dare forma ad una proprietà intellettuale spingendo gli altri a utilizzarla.
  • Operare investimenti in criptovalute: la moneta digitale sta prendendo sempre più spazio. Andare ad investire in una di queste e metterla a reddito, permetterà di ricevere un interesse pagato, avendo così una rendita passiva.

La formula della libertà finanziaria

Volendo andare a fissare la propria necessità economica mensile sarà bene avvalersi di una semplice formula. Prendendo in esame un fabbisogno mese pari a mille euro, ecco che avremo: 1.000*12*33 = 396.000 euro, ovvero ecco individuata la cifra che ci permetterebbe di poter vivere di rendita con una spesa mensile di € 1.000. La formula tiene conto di una serie di investimenti a rischio molto basso, con un rendimento annuo dell’8%. Ecco che tra tasse, inflazione, alternanza dei mercati, ci si può azzardare ad un’ipotesi di prelievo pari al 3% annuo.  A questo punto non ci resta altro che iniziare a fare i conti.

Articoli Correlati