Connettiti con noi

Notizie

Ruth Pfau: chi è e cosa ha fatto?

Ruth Pfau: chi è e cosa ha fatto?

Google dedica il Doodle a Ruth Pfau, “Madre Teresa del Pakistan” aiutò a soccorrere migliaia di lebbrosi in Pakistan.

Oggi Google dedica il suo Doodle a Madre Teresa del Pakistan conosciuta a livello mondiale per la grande dedizione che aveva nel curare i malati di Lebbra.

Ruth Pfau era laureata in medicina ed era divenuta suora, la sua devozione per curare i malati sul campo l’hanno resa una persona nota in Pakistan, tanto che il giorno della sua morte il 10 agosto del 2017 è stata celebrata con i funerali di Stato meritati per la sua grande dedizione e compassione nella cura dei malati.


Madre Teresa del Pakistan ha dedicato oltre 55 anni all’assistenza dei malati di lebbra in Pakistan. Ruth Pfau ha fatto si che venissero fondate oltre 157 cliniche che hanno trattato più di 56 mila pazienti .

La dottoressa Pfau è natata a Lipsia, nata da una famiglia protestante che durante il secondo dopoguerra si trasferirono nella Germania dell’Est e iniziò il suo percorso accademico in medicina presso l’Università di Magonza.
Nel 1960 ebbe la devozione per la religione cattolica e si convertì nel 1960 dove divenne suora, viste le sue qualifiche accademiche, la superiora delle sorelle Francescane del Cuore di Gesù e Maria Immacolata decise di far inviare Ruth Pfau in missione in Pakistan per coordinare un team di medici e gli studenti pachistani.
Una volta sopraggiunta in Pakistan, Ruth Pfau si rese conto che la sitauzione era drammatica e prese la decisione di rimanere sul posto per agire e arginare l’emergenza sanitaria. .
Ruth Pfau, fu una delle principali fondatrici del Centro per la lebbrosi Maria Adelaide e nel ’96 diede l’annuncio all’OMS che il Pakistan era divenuto finalmente un Paese libero dalla Lebbra.

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche

Laureata in Economia Aziendale e Management, appassionata di economia e finanza e amante della lettura.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi