Connettiti con noi
Riapertura negozi decreto crescita

Economia

Riapertura e ampliamento attività: contributi e agevolazioni

Riapertura e ampliamento attività: contributi e agevolazioni

Decreto Crescita 2020 per stimolare l’economia locale: contributi e agevolazioni per riaperture e ampliamento attività in piccoli comuni

Il Decreto Crescita 2020 introduce contributi per la riapertura o l’ampliamento di attività commerciali, artigianali o di servizi chiuse da più di sei mesi. La domanda deve essere presentata entro il 30 settembre 2020.

In un paese dove il fenomeno della desertificazione dei piccoli centri è dilagante e i commercianti sono costretti a chiudere, cedendo alle grandi potenze quali centri commerciali, GDO e ai giganti del web come Amazon, il Decreto Crescita introduce un’importante sostegno alle economie delle piccole città con meno di 20 mila abitanti, per un totale di 7.390 Comuni.

Milleproroghe: slittata la scadenza di presentazione della domanda

I Contributi e le agevolazioni previste dal Decreto Crescita, infatti, sono destinate alla riapertura di negozi sfitti o all’ampliamento degli stessi, purché stabiliti in piccoli comuni con meno di 20 mila abitanti.

Slitta al 30 settembre, inoltre, la data ultima di presentazione della domanda, grazie ad Alberto Gusmeroli, vicepresidente della commissione Finanze.

Cosa prevede il Decreto Crescita per la riapertura e l’ampliamento di attività

I contributi, previsti per un totale di 4 anni e pari “alla somma dei tributi comunali pagati dall’esercente nel corso dell’anno precedente, fino al 100% dell’importo“, spettano ai negozianti che hanno dovuto abbassare le saracinesche per oltre 6 mesi. L’obiettivo della manovra è chiaro: stimolare l’economia locale e favorire il ripopolamento dei piccoli centri abitati.

Beneficiari di contributi e agevolazioni per la riapertura

Potranno accedere ai contributi solo i negozianti in regola con le normative vigenti e operanti nei seguenti settori:

  • artigianato
  • turismo
  • servizi destinati alla tutela ambientale, alla fruizione di beni culturali e al tempo libero
  • commercio al dettaglio di cui all’articolo 4, comma 1, lettere d) ed e), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114

Sono escluse dal Decreto Crescita le attività di compro oro, le sale gioco e scommesse.

Riapertura e ampliamento attività: come presentare la domanda di contributo

La domanda deve essere presentata al Comune, solitamente, entro il 28 febbraio di ogni anno, ma nel 2020, grazie al Decreto Milleproroghe, il termine ultimo è il 30 settembre. I fondi vengono concessi fino ad esaurimento della somma a disposizione fissata, per l’anno 2020, a 5 milioni di Euro e per il 2021 a 10 milioni.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×