Reddito di Emergenza: pagamenti in arrivo dal 20 maggio

Il Reddito di Emergenza sarà presto nelle tasche di coloro che ne hanno diritto. A partire dal prossimo 20 maggio sarà erogata la prima rata, relativa allo scorso marzo.
Reddito di Emergenza
Reddito di Emergenza

Il Reddito di Emergenza ha lasciato a lungo con il fiato sospeso, coloro che ne avevano avanzato domanda. Ora finalmente si è giunti all’erogazione della mensilità relativa al mese dello scorso marzo. È stato lo stesso INPS a darne comunicazione agli aventi diritto, che si sono visti recapitare la notizia attraverso il proprio fascicolo personale. Data fissata per l’erogazione, il prossimo 20 maggio.

REm: pagamenti in arrivo dal 20 maggio

Attraverso la Proroga del Reddito di Emergenza enunciata attraverso il Decreto Sostegni, gli aventi diritto vedranno ancora per due mensilità il prolungamento dei pagamenti governativi.

Si assisterà al pagamento non solo del Rem Ordinario, come da art. 12 del  Dl 1/2021 comma1, ma anche in relazione a quello Naspizzato.

Per coloro che non hanno ancora presentato la domanda, si avrà tempo per la presentazione entro e non oltre il 31 maggio prossimo. L’inoltro della domanda di richiesta accesso al Rem, potrà essere effettuata tramite

, oppure direttamente on line.

Nel caso in cui la domanda dovesse venire accolta, il pagamento potrà profilarsi a metà di giugno prossimo.

Pertanto per l’anno in corso saranno riconosciute altre due mensilità a sostegno, per i nuclei familiari che versano in stato di precarietà economica, conseguente all’emergenza Covid-19.

Per poter avanzarne richiesta sarà necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Rientrare nei parametri economici di reddito
  • Avere la residenza in Italia
  • Il patrimonio dovrà attenersi a quanto stabilità nei termini d’accesso alla domanda

Per poter accedere alla contribuzione governativa relativa ai mesi giugno e luglio 2021, è necessario avanzare domanda all’INPS entro e non oltre il 30 giugno prossimo, come previsto dalle precedenti mensilità precedentemente erogate. Farà riferimento sempre il Decreto sostegni in cui viene enunciato il contributo  pari ad un minimo di €400, e un massi di €840. L’importo come per le mensilità precedentemente erogate, sarà proporzionale al reddito prodotto in famiglia. Tale valore non dovrà superare quanto indicato per la rata di marzo 2021.

Da ricordare che il Reddito di Emergenza, verrà erogato anche a coloro che hanno visto terminare il loro periodo di Discoll e di Naspi, nel periodo tra il 1° marzo, e il 30 aprile scorso. In tal caso l’importo del Rem è fissato nella misura di €400.

Quali sono le modalità per presentare domanda di REM

Per poter procedere alla richiesta del REM, è necessario essere in possesso al momento della domanda, della Dichiarazione Sostitutiva Unica, ai fini Isee corrente o ordinario. Nel caso in cui vi fosse la presenza di minori all’interno del nucleo familiare, sarà bene presentare l’Isee minorenni. Non è valida ai fini della presentazione della domanda d’accesso al rem, la presentazione di Isee al solo nucleo familiare.

Coloro che intendano accedere al rem per la prima volta, potranno presentare istanza attraverso il modello già configurato dall’INPS. Diverso discorso per i nuclei familiari che ne hanno già beneficiato, che sono sollevati dalla ripresentazione della domanda.

L’istanza si potrà presentare:

  • Attraverso modulistica da consegnarsi al Patronato o Caf
  • Direttamente dal sito Inps, nell’aera dedicata. Basterà procedere all’autoidentificazione con le proprie credenziali, e procedere alla compilazione della modulistica in formato digitale.