Connect with us

Finanza

Cosa sono le obbligazioni? Vocabolario finanziario

Rate this post

Le obbligazioni sono realmente prive di rischio? Cosa devi sapere prima di investire nelle obbligazioni?

Negli investimenti finanziari l’asset class maggiormente presente nelle tasche degli investitori sono le obbligazioni. L’obbligazione rappresenta un titolo di debito da parte dell’emittente. Se l’emittente è uno Stato Sovrano l’obbligazione verrà nominata titolo di Stato, se invece ad emettere il titolo è una società prenderà il nome di Corporate Bond. Le obbligazioni possono corrispondere differenti tassi di interesse.

Esistono obbligazioni a tasso fisso (ad esempio il BtP emesso dallo Stato italiano ha una cedola fissa per la sua intera durata) e obbligazioni a tasso variabile. Queste ultime possono essere legate all’inflazione o ad altri parametri. Di solito le obbligazioni a tasso variabile diventano più interessanti quando si prevede un aumento dell’inflazione.

Il rendimento di un titolo obbligazionario è determinato dalla solidità dell’emittente. Le agenzie di rating (Moody’s, Standars and Poor e Fitch le più importanti) determinano, in base a delle tabelle, il grado di affidabilità del rischio emittente. Per avere rendimenti interessanti bisognerebbe inserire in portafoglio obbligazioni emesse da aziende – o Stati Sovrani – poco affidabili. Acquistare obbligazioni emesse da aziende con rating basso espone però l’investitore a perdite in conto capitale.

Obbligazioni: che rischio è presente

Ne sanno qualcosa coloro che nel corso degli ultimi decenni hanno acquistato obbligazioni della Parmalat, della Cirio, della Lehman Brothers, o i titoli di Stato dell’Argentina, fino alle ultime emissioni delle banche fallite: Etruria, CariFano, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Le singole emissioni obbligazionarie quindi non sembrano più rispondere alla richiesta di sicurezza di molti risparmiatori. In altre parole, se le azioni sono percepite come rischiose da molti investitori – ricordiamo che se dovesse fallire l’azienda si andrebbe incontro alla perdita secca del valore del titolo azionario – anche le obbligazioni non possono essere un riparo sicuro. Eccezion fatta per il Bund tedesco titolo free-risk del panorama degli investimenti mondiali.

Ma la sicurezza la si pagherebbe in termini di performances: il titolo a 10 anni tedesco rendeva ieri -0,02%. E questo al netto delle spese di acquisto determinate dal costo di intermediazione dell’acquisto del titolo. Quale potrebbe essere la soluzione per un investimento che cerca sia performance che ‘sicurezza’? A questa domanda daremo risposta quando tratteremo i fondi comuni.

Continue Reading
Advertisement

Gianni Bandiera è un professionista, amante del mercato finanziario e esegue corsi di finanza etica.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement
To Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi