Bonus TV: 100 euro per tutti senza Isee, come ottenerlo

Con il Bonus TV il Governo Draghi intende formulare un nuovo incentivo per consentire il rinnovo del vecchio televisore, in vista delle nuove tecnologie. Vediamo il suo meccanismo, chi potrà beneficiarne.
Bonus tv
Bonus tv

Il bonus TV sarà a breve disponibile, per tutti. A quanto pare il Ministero dello Sviluppo Economico e il Ministero dell’Economia e Finanza stanno mettendo a punto un nuovo contributo per incentivare la rottamazione, del protagonista indiscusso dei salotti degli italiani. Vediamo come funziona.

C’è fermento intorno all’apparecchio televisivo, che sta per subire una trasformazione tecnologica. A partire dal prossimo 1° settembre il vecchio standard di codifica, lascerà il posto all’innovativa tecnologia MPEG-4  e successivi. Il 21 e 30 giugno 2022 vedranno invece l’arrivo del sistema DVB-T2 che vuole essere il sistema di trasmissione di ultima generazione.

Tutto ciò avverrà per gradi sul nostro territorio nazionale, ma si paventa quindi la necessità di acquistare  apparecchi in grado di utilizzare i nuovi parametri di trasmissione. Questo sistema di trasmissione digitale risulta essere decisamente più efficiente, rispetto a quello utilizzato fino ad oggi. L’Unione Europea che ha definito la cessione della banda 700 MHZ alla telefonia mobile sempre più dilagante. Questo ha determinato per il servizio televisivo, di non poter disporre di un’ampia fetta dello spettro elettromagnetico.

Ecco quindi la necessità di rivolgere l’attività televisiva su canali digitali, di ultima generazione.

Bonus Tv: come ottenere i 100 euro 

A seguito di importanti cambiamenti tecnologici sulle frequenze e trasmissioni televisive, è necessario cambiare i televisori datati. Questo consentirà di per proseguire ad usufruire della visione dei maggiori canali video, con il  rinnovo delle apparecchiature. La Legge di Bilancio 2018 aveva già previsto l’erogazione di 150 milioni di euro agli italiani che avessero voluto provvedere al cambio della loro televisione, con modelli  innovativi.

Tale contributo veniva  quantificato in una somma pari a €50, con il limite a famiglia Isee, di €20 mila. È notizia di giorni scorsi che a tal riguardo vi sia stata una dichiarazione in sede della Camera, da parte della sottosegretaria dello Sviluppo economico Anna Scano. È stato sottolineato nell’occasione che ad oggi siano state utilizzate solo il corrispondente del 16% di quanto stabilito in tal senso.

Ecco quindi il profilarsi del Bonus tv a €100 a famiglia, senza alcun tetto ISEE. Nel caso in cui l’apparecchiatura da acquistare al fine di ottenere il miglioramento tecnologico della televisione già in possesso sia inferiore all’incentivo, il contributo verrà erogato in forma ridotta. Ciò potrebbe andare a prospettarsi nel caso di acquisto di decoder.

Il bonus rottamazione tv quindi sarà formulato come un vero e proprio incentivo alla rottamazione dell’elettrodomestico. Si intenderà a questo punto stanziare la cifra pari a €100 milioni, per provvedere all’erogazione della somma di €100 a famiglia.

Sono giornate determinanti queste che vedono il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico essere insieme  sui tavoli di trattativa, con il Ministero dell’Economia. Non vi è tempo da perdere tenuto conto che sarà necessario adeguarsi al nuovo standard della tv digitale terrestre (Dvb-T 2 con la codifica Hevc main 10),  a partire dalla fine di giugno 2022. Questo però non ci consentirà di avere ampio margine di respiro. Infatti  dal prossimo 1° settembre il primo step di miglioramento del segnale video e delle trasmissioni, renderà  di fatto inutilizzabili i televisori che non codificano i canali in alta definizione. Occorrerà quindi provvedere all’acquisto di almeno  un decoder di nuova generazione, se non si vorrà rimanere isolati.