Connettiti con noi
Roberto Speranza

Notizie

Coronavirus: in Lombardia scatta il coprifuoco

Coronavirus: in Lombardia scatta il coprifuoco

Cosa cambia in Lombardia da oggi al 13 novembre? Scatta il coprifuoco alle 23, torna la didattica a distanza e chiudono i centri commerciali nel fine settimane. Le novità in dettaglio.

Coronavirus: in Lombardia scatta il coprifuoco. Con Ordinanza del Ministro della Salute, Roberto Speranza, e con Ordinanza di Regione Lombardia, da oggi, 22 ottobre 2020, in Lombardia entrano in vigore nuove norme anti-contagio, tese a combattere l’aggravarsi della situazione epidemiologica che, secondo previsioni, entro il 31.10 potrebbe riempire le terapie intensive della regione con ben 500 pazienti Covid. Di seguito cosa cambia in Lombardia da oggi sino al 13 novembre.

Coronavirus: in Lombardia scatta il coprifuoco. Alle 23 tutti a casa con autocertificazione

A partire da oggi fino al 13 novembre 2020, in Lombardia saranno vietati gli spostamenti dalle 23.00 sino alle 5.00, eccezion fatta per motivi di salute, lavoro, necessità o urgenza da comprovare mediante autodichiarazione.

“E’ in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza“, si legge nell’Ordinanza del Ministero.

Torna, quindi, la dichiarazione per gli spostamenti e con essa entra in vigore una norma sino ad ora mai attuata: il coprifuoco.

Anticipata la chiusura anche per bar e ristoranti per garantire il rientro alle 23

Novità anche per bar, ristoranti, pub e luoghi di somministrazione di alimenti e bevande: anticipato, infatti, l’orario di chiusura rispetto a quanto stabilito dal Dpcm 13.10.2020. In Lombardia, bar e ristoranti chiuderanno tassativamente alle 23 e potranno riaprire solo alle 5.

Per evitare assembramenti, centri commerciali chiusi nel fine settimana

Tra le altre norme di sicurezza introdotte che riguardano la maggior parte dei cittadini, si trova la chiusura delle medie e grandi strutture di vendita e dei centri commerciali nei fine settimana.

Fanno, ovviamente, eccezione i settori di vendita di alimentari e beni di prima necessità, farmacie e parafarcie.

Dal 26 ottobre torna la didatti a distanza

Novità anche per le scuole secondarie di secondo grado: dal 26 ottobre, infatti, torna la didattica a distanza obbligatoria.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su