Connettiti con noi
Btp

Finanza

BTp all’asta domani: alto rendimento

BTp all’asta domani: alto rendimento

BTp all’asta domani. Rischio contenuto, alto rendimento. Attenzione alle emissioni lunghe: BTp a 15 anni con cedola al 3,35% e a 20 anni a 3,10%.

BTp all’asta domani: alto rendimento. Domani verranno emessi sul mercato BTp a 3, 7, 15 e 20 anni per un totale fino a 9 miliardi. Un’occasione golosa, soprattutto se si pensa all’alto rendimento, superiore al 2% per tutte le tipologie di buoni disponibili, ad un rischio contenuto.

BTp all’asta domani: tutte le scadenze

Domani, sarà quindi la volta dell’emissione dei Buoni del Tesoro Poliennali:

  • a 3 anni, con scadenza 15 giugno 2023 per un controvalore di 4,5 miliardi c.a.;
  • a 7 anni, sino al 15 gennaio 2027, per un controvalore di 2,5 miliardi c.a.;
  • verrà emessa la sesta tranche BTp 15 anni, con scadenza 1 marzo 2035, per un controvalore di 1 miliardo;
  • verrà, infine, emessa l’ottava tranche BTp 20 anni, scadenza 1 marzo 2040, controvalore 1 miliardo c.a.

Buoni dalla durata variabile che si avvicinano al profilo di rischio di ogni investitore. Ciò che, però, colpisce, è l’alto rendimento, soprattutto nel medio – lungo periodo. BTp all’asta domani: rischio contenuto, alto rendimento.

BTp a 15 anni con cedola al 3,35%

Per esempio, i BTp a 15 anni (scadenza 1 marzo 2035, controvalore di 1 miliardo) offrono una cedola al 3,35%, a fronte di un prezzo di acquisto di 113,40 cent, con riferimento a ieri. La cedola, in questo caso, si dovrebbe mostrare forte e attestare attorno al 2,95% alla scadenza.

BTp a 20 anni con cedola al 3,10%

Interessanti, di conseguenza, anche i Buoni del Tesoro a 20 anni (scadenza 1 marzo 2040, controvalore 1 miliardo c.a) con cedola al 3,10% e acquisto a 109 centesimi. Alla scadenza, il rendimento dovrebbe attestarsi attorno ai 2,45% e la cedola al 2,84%.

Bond a rischio contenuto e alto rendimento

Valori ben diversi da quelli registrati a febbraio, in epoca pre Coronavirus, evidenziando una perdita che varia dal -10 al -13%. Ciò nonostante, a parità di rischio, non esistono bond a così alto rendimento, si pensi, a titolo esemplificativo, al bond austriaco a 100 anni che a malapena sfiora i 2/3 di punto percentuale.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×