App in arrivo contro lo spreco alimentare: come funziona

App in arrivo stavolta a sostegno del rispetto dell’ambiente, e dello spreco alimentare. Cerchiamo di capire meglio il suo utilizzo, e importanza.
app
app

App in arrivo per offrire un supporto per contrastare lo spreco alimentare. L’uso consapevole delle risorse alimentari, porterebbe a grandi vantaggi sia sotto l’aspetto economico, che ecologico ed etico. Molto spesso l’acquisto di minore quantità di prodotti oltre che far felice le nostre finanze, induce ad un uso più consapevole di ciò che abbiamo a nostra disposizione, evitando gli sprechi.

Too Good To Go: l’applicazione che combatte gli sprechi alimentari

Sono diverse le testate giornalistiche che in ogni parte del mondo pongono l’accento sul problema dello spreco alimentare. Acquisti sconsiderati o rimanenze di alimenti invenduti o prossimi alla scadenza, producono rifiuti, inquinamento e una beffa morale nei riguardi che invece il cibo non può procurarsene.

Too Good To Go approda tra le nuove applicazioni scaricabili sui nostri smartphone, proprio al fine di ovviare allo spreco alimentare. Anche il nostro Pese non è da meno, e produce una gran quantità di cibo che rimane invenduto, e viene quindi smaltito.

A tal riguardo possiamo prendere a riferimento i numeri pubblicati dalla testata on line tech.everyeye.it Cifre da capogiro fanno da contorno allo spreco alimentare, anche in Italia: “Il rapporto ha stimato che nel 2019 il mondo ha sprecato 1,03 miliardi di tonnellate di cibo; il 17% di tutto il cibo prodotto nel mondo quell’anno. Da dove provengono questi sprechi? Quasi due terzi della quantità di prima sembra provenire dalle famiglie; un 26% dalla ristorazione e il 13% da negozi di alimentari e altri rivenditori”.

Come funziona l’App anti spreco alimentare

Grazie a questa nuova applicazione, sarà possibile acquistare il cibo invenduto, presso gli esercizi che aderiranno a questa iniziativa. L’applicazione si scarica gratuitamente sia da Google Play Store che dall’App Store.

A questo punto una volta installata sul nostro smartphone, non ci resta che decidere cosa vogliamo consumare, e andare a procedere all’ordine tramite l’applicazione. Una volta portato a termine il nostro ordinativo, non ci resta che procedere al ritiro della nostra Magic Box, e goderci il contenuto.

È possibile inserire la nostra localizzazione, per fruire degli esercizi commerciali aderenti, più prossimi. Troveremo di certo così bar, ristoranti, supermercati, pizzerie che hanno deciso di non produrre rifiuti alimentari con l’invenduto del giorno, ma che lo mettono a disposizione a prezzi davvero stracciati.

Spesso la Magic Box è con contenuto a sorpresa. Infatti coloro che aderiscono all’iniziativa forniscono solo delle indicazioni di massima di quale sarà il contenuto della scatola. I prezzi del box sono compresi tra € 2 e i € 6.

L’Italia quanto utilizza l’App contro lo spreco alimentare

Il nostro Paese a quanto pare ha risposto molto bene al lancio dell’App Too Good To Go. Gli utenti che hanno scaricato sul proprio smartphone l’applicazione a contrasto dello spreco alimentare, sono davvero numerosi. Si stima che siamo 4.4 milioni coloro che utilizzano l’applicazione per ridurre lo spreco alimentare sul nostro territorio. Gli esercenti aderenti all’iniziativa sono 18.143, riuscendo così a trarre in salvo dallo smaltimento 4.2 milioni di pasti.

L’App indica anche quali siano le categorie alimentari più soggette a spreco: frutta e la verdura producono 644 milioni di tonnellate, mentre il pesce solo 22. Nel mondo si stimano 4678 milioni di tonnellate di cibo prodotto, di cui un terzo viene sprecato ogni anno.

Operare sempre acquisti consapevoli, specie per i cibi.  Spesso le offerte dei supermercati ci illudono con il possibile risparmi, inducendo spesso a eccessivi acquisti con conseguenti sprechi.