Connettiti con noi
amazon one

Notizie

Arriva Amazon One: per acquisti sul palmo di una mano

Arriva Amazon One: per acquisti sul palmo di una mano

Amazon One: tecnologie biometriche per pagare con il palmo della mano. Una rivoluzione nei sistemi di pagamento che solleva problemi in materia di privacy.

Negli Stati Uniti ha già fatto il suo debutto: è Amazon One, il dispositivo che permette di pagare i propri acquisti semplicemente con il palmo della mano. Attualmente utilizzato solo nei negozi Amazon Go di Seattle, lo strumento però potrebbe rivoluzionare i sistemi di pagamento.

Cos’è e come funziona?

Amazon One è un dispositivo biometrico che consente di acquistare beni appoggiando il palmo della mano su uno scanner. È sufficiente associare al proprio palmo una carta di credito: non serve nemmeno avere un account Amazon.

La prima volta in cui si effettua l’accesso al punto vendita, il cliente procede alla scansione del proprio palmo e la associa ad una carta di credito. Dal successivo ingresso, il dispositivo è attivo.

Amazon One sembrerebbe aver suscitato l’interesse anche di Whole Foods, la catena di alimentari americana.

Amazon One e i dubbi sul rispetto della privacy

Il sistema di riconoscimento è basato sul fatto che ogni palmo è diverso. Amazon One, quindi, dovrebbe risultare più funzionale rispetto al riconoscimento facciale, spesso problematico. Si tratterebbe, quindi, di uno strumento di pagamento veloce e sicuro, se non si considerano i problemi in materia di privacy.

Evan Greer di Fight For the Future, organizzazione per la tutela dei diritti digitali, ha dichiarato: “Consegnare le vostre informazioni biometriche sensibili a corporation private è un pessima idea, dal momento che non ci sono leggi che regolino la loro responsabilità in termini di sicurezza, abusi e cessione a terzi“.

La sua è solo una voce tra le tante di un coro ben nutrito di persone che mette in guardia dall’utilizzo di tecnologie biometriche: come potranno essere utilizzati i dati raccolti? A quale scopo? Come vengono conservati?

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche
Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×