Imu 2021: scadenza, calcolo, chi paga la tassa sulla casa

Ecco l’imu 2021 in scadenza per la prima tranche della tassa sulla casa. Gli italiani saranno chiamati a breve a versare l’imposta per l’anno 2021. Vediamo in dettaglio il suo meccanismo e gli importi dovuti.
Imu 2021
Imu 2021

L’Imu 2021 chiama al versamento della tassa sulla casa, milioni di italiani. Le esenzioni per tale tributo comunale rimangono invariate come nelle scorse emissioni. Anche in materia di esenzioni e agevolazione, a quanto pare il Governo Draghi non si è discostato poi molto, dalle modalità precedenti.

Imu 2021: scadenza

Il calendario delle scadenze fiscali per gli italiani, nel mese di giugno 2021 vedrà al 16 fissata la scadenza per il versamento dell’acconto IMU 2021. Il prossimo 16 dicembre 2021, si dovrà provvedere al suo saldo, con l’eventuale conguaglio. Questo importo verrà determinato su base comunale, e potrà quindi variare, tra le diverse località italiane.

Imu 2021: calcolo

Per il calcolo dell’IMU, bisognerà attenersi a precisi parametri di calcolo. L’aliquota fissata di base, è pari all’8.6 per mille. Resta inteso che sarà poi a discrezione dei singoli comuni variarne il valore, con il limite fissato al 10,6 per mille. Le abitazioni di lusso ad esempio che vengono destinate ad abitazione principale, potranno subire un ritocco comunale dell’aliquota di calcolo, solo dello 0,1%. In questo caso verrà ad applicarsi l’innovazione apportata per l’emissione corrente della tassa Imu: “I comuni possono annullare completamente, con apposita delibera del consiglio comunale, l’imposizione di tale fattispecie.”

La Legge di Bilancio però ha fissato delle differenziazioni di aliquota:

  • Pari a 0,1% per gli immobili merce non in locazione ad aziende di costruzioni
  • Pari a 0,1% riservata a fabbricati rurali
  • 0,76% sui terreni agricoli
  • 0,76% per i fabbricati con classificazione D

Imu 2021: chi paga la tassa sulla casa

I soggetti tenuti a versare l’acconto il prossimo 16 giugno, e il saldo il 16 dicembre prossimo in merito all’IMU, sono:

  • I possessori di fabbricati, esclusa l’abitazione principale, tranne che si tratti di un’unità abitativa classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9
  • I possessori di aree fabbricabili
  • Coloro che possiedono terreni agricoli

È stata confermata anche per l’edizione 2021 dell’Imu, la disposizione che indica anche le case di lusso assoggettate al pagamento della tassa. Pertanto scatteranno i pagamenti per:

  • per gli immobili di categoria catastale A1, A8 e A9

Esenzioni Imu 2021

Risultano essere esentate dal pagare l’acconto IMU

  • le imprese del settore turistico
  • le aziende del settore dello spettacolo
  • le aziende beneficiarie dei contributi a fondo perduto

Rimangono inoltre confermate le esenzioni agli immobili assimilati ad abitazione principale come:

  • la casa di famiglia assegnata al genitore affidatario
  • gli immobili di cooperative, destinate a primaria abitazione degli intestatari
  • immobili di cooperative destinati a studenti universitari, anche non aventi la residenza
  • i fabbricati ad uso di alloggi sociali
  • un solo immobile non in locazione, per i soggetti che appartengono al copro di Polizia di Stato, Vigili del Fuoco, Forze Armate, e soggetti che appartengono alla carriera prefettizia

Riduzioni Imu 2021

Oltre alle esenzioni, per quanto riguarda il pagamento Imu sono in essere anche riduzioni ed agevolazioni:

  • riduzione del 50% nel caso di casa in comodato d’uso gratuito tra genitori e figli
  • riduzione del 50% per gli immobili dichiarati inagibili o inabitabili
  • riduzione del 50% su un solo immobile ad uso abitativo, per i pensionati che non risiedono in Italia, e che usufruiscono di una pensione estera. In questo caso scatterà anche la riduzione di 1/3 della Tari