Connect with us

Economia

Il Multi-Level Marketing: che cosa è ?

Il Multi-Level Marketing: che cosa è ?

Il Multi-Level Marketing: che cosa è ?
5 (100%) 2 vote[s]

Che cos’è il network marketing? chi è il Networker e che cos’è il Multi Level Marketing

In un mondo in cui si continua a sostenere che il mercato del lavoro sia in costante crisi la domanda sorge spontanea: esistono delle opportunità reali e concrete di fonti di reddito aggiuntive? La risposta è sì e la trovate nel Multi-Level Marketing.

Di solito con ‘mercato del lavoro’ si intende il caro vecchio posto fisso. Come sanno tutti le nuove tecnologie, la robotica e la digitalizzazione riducono e ridurranno sempre di più le attività per come le abbiamo conosciute fino ad oggi.

Sul mito del posto fisso Checco Zalone ne ha fatto addirittura un film di grande successo: Quo Vado. Ma non di solo posto fisso vive l’uomo, si potrebbe rispondere.

In una epoca in cui si parla di crisi e di flat-tax esiste una industria che cresce in modo esponenziale i cui ‘dipendenti’ vengono trattati in base ai risultati ottenuti, quindi meritocraticamente e che hanno una tassazione sul lavoro fissa al 18%.

Inoltre, il reddito da questa attività non cumula con altri redditi sull’IRPEF, come quello da proprio lavoro principale.

Multi-level Marketing: Di cosa stiamo parlando?

In un articolo precedente abbiamo analizzato alcuni metodi per aumentare le entrate finanziarie.

Il multi level marketing chiamato anche network marketing, è un sistema legale. In Italia le aziende di MLM (Multi Level Marketing) devono sottostare alla legge 173 del 2005.

Tale legge definisce i criteri con cui una azienda può operare in Italia ovvero non deve essere un sistema piramidale. E i guadagni devono arrivare dalla vendita di prodotti e servizi e non dal mero reclutamento.

Inoltre, il sistema deve essere scalabile, ovvero chi si iscrive dopo deve poter guadagnare più di colui che lo ha iscritto.

Le aziende di MLM devono sottostare anche al codice del consumo. Questa norma stabilisce una serie di tutele del consumatore.

Le aziende di network marketing devono sottostare agli articoli 21.22.23 del suddetto codice: codicedelconsumo.it/parte-ii-artt-4-32/

In poche parole, un’azienda che usa il sistema del MLM non apre negozi, con costi di gestione e di personale. Piuttosto, si avvale dei suoi incaricati chiamati networker che firmando un regolare contratto di collaborazione accettano il piano marketing ovvero la remunerazione che l’azienda dà ai suoi collaboratori.

Il guadagno del networker di solito ha due voci: la vendita diretta e la costruzione di una rete commerciale.

Dalla vendita diretta ottiene una percentuale più alta rispetto al guadagno indiretto. Ovviamente una rete commerciale contempla impegno smentendo la tesi secondo cui il networker che guadagna da una rete è uno sfruttatore del lavoro altrui.

Ad esempio, nessun piano marketing serio potrebbe contemplare la possibilità di guadagnare dal ‘lavoro’ e dal fatturato fatto solo da un consulente.

Alcuni pensano, erroneamente, che basterebbe iscriversi e quindi iscrivere una persona più brava di lui-lei per poter vivere sulle spalle dell’altro. Come minimo il bravo networker deve trovare almeno tre grandi creatori di reti commerciali. Questo comporta impegno e costanza.

Ma perché una azienda preferisce aprire una attività come Multi-Level Marketing invece che tradizionale? E perché una persona potrebbe prendere in considerazione l’iscrizione a un network?

L’azienda che utilizza il Multi-Level Marketing:

  1. Evita costi di negozi fisici e dipendenti fissi.
  2. Il costo del lavoro è molto più basso.
  3. I costi di pubblicità sono praticamente nulli.

A questo punto bisogna comprendere i motivi che spingono una persona, che lavori ma che voglia aumentare le proprie entrate o che sia alla ricerca di un reddito e di una rendita passiva, a iscriversi ad un network.

La scelta non deve essere dettata sull’onda emotiva dell’amico che sta facendo soldi con un network, piuttosto bisogna che piacciano:  

  1. Il prodotto o i prodotti che l’azienda mette sul mercato.
  2. Il piano marketing.
  3. L’azienda.

Una volta iniziata la collaborazione in un network è necessario che ci si formi e si chieda aiuto allo sponsor, colui che lo ha inserito nella rete. I risultati sono direttamente correlati al fatturato che riuscirà a creare insieme alla sua struttura nascente.

Multi-Level Marketing:Come mai molte persone sono prevenute nei confronti di molti network?

Spesso si viene invitati a eventi dove si favoleggiano guadagni mirabolanti. Se questo è potenzialmente vero, esistono networker che hanno guadagni mensili di migliaia o decine di migliaia di euro, ma questo se può incitare i più ambiziosi, può infondere dubbi a chi non conosce ancora il sistema provvigionale.

Inoltre, alcuni non amano il fanatismo che spesso ammorba i network marketing.

Esistono network a misura di ciascuno. Sta alla persona scegliere attivamente quale azienda fa per lui-lei.

Continue Reading
Potrebbero interessarti anche

Gianni Bandiera è un professionista, amante del mercato finanziario e esegue corsi di finanza etica.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
To Top
×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi