Alitalia è caos per i bagagli: cosa fare se si perdono

Alitalia chiede ai passeggeri di non imbarcare bagagli in queste settimane in cui fervono agitazioni sindacali. Facciamo chiarezza su come comportarsi in caso di ritardo o smarrimento del proprio bagaglio, in volo.
alitalia
alitalia

Alitalia ha comunicato tempestivamente alla propria clientela, delle avvertente in merito al bagaglio da imbarcare. Le recenti agitazioni interne stanno mettendo a dura prova la macchina  gestionale della compagnia aerea. Vediamo cosa sta succedendo, e come adeguarsi al meglio per gestire la situazione bagagli.

Alitalia avvisa con una e mail

I passeggeri della compagnia Alitalia, in questi giorni sono stati oggetto di una comunicazione da parte della compagnia aerea italiana. Tra lo scorso 21 settembre fino alla data di domani 24 settembre, la compagnia consiglia di evitare di imbarcare bagagli in stiva, e di optare per il solo bagaglio a mano. Questo quanto più possibile, secondo le esigenze del passeggero, ovviamente.

La comunicazione inoltrata a seguito della prenotazione delle tratte Alitalia in questi giorni ai passeggeri, è stata:

“Gentile Cliente, ti informiamo che, a causa delle riunioni sindacali di categoria che si stanno tenendo in queste ore, nei prossimi giorni, si potrebbero verificare dei ritardi nell’erogazione dei servizi Alitalia. Ti consigliamo di presentarti all’imbarco con un solo bagaglio a mano delle dimensioni consentite per contenere i tempi di attesa per la riconsegna a destinazione. Ci scusiamo per gli eventuali disagi procurati”.

Tale invito rivolto alla propria clientela, dovrebbe andare a limitare disagi e disguidi in merito alla riconsegna dei bagagli per chi viaggia con Alitalia.

La situazione in azienda: cosa sta accadendo

In data 24 settembre è stato indetto uno sciopero dei voli sui cieli italiani. A tal riguardo per quella data non saranno quindi garantite le operazioni di imbarco dei bagagli dei passeggeri Alitalia, in stiva.

Alle origini delle agitazioni sindacali in corso vi è il passaggio dei dipendenti Alitalia, alla neonata compagnia di bandiera Ita. La subentrante nuova compagnia di volo italiana, sta già creando scompiglio tra i sindacati, ancor prima di venire alla luce.

Il passaggio del personale dovrà perfezionarsi il prossimo 15 ottobre 2021, ma già non mancano le polemiche, e le agitazioni.

Bagaglio a mano in aereo: ecco come fare

Alitalia quindi invita i propri passeggeri ad imbarcare il proprio bagaglio con sé. Le valigie o gli zaini dovranno essere stivati nelle cappelliere. Sarà consentito per ogni passeggero a bordo, poter portare con se un peso massimo consentito di 8 Kg per una borsa, trolley o zaino.

Le dimensioni ammesse per il bagaglio personale a mano, dovranno attenersi alle misure di: uguali o inferiori a 55 cm di altezza, 35 cm di larghezza e 25 cm di spessore. Nelle misurazioni dovranno essere incluse tasche laterali, o eventuali ruote.

Saranno ammessi a bordo inoltre una borsa di piccole dimensioni, una borsa da lavoro porta pc o uno zainetto. Bisognerà rientrare nelle dimensioni di: 36 cm di altezza, 45 cm di larghezza e 20 cm di spessore. Tali bagagli Alitalia suggerisce di riporre sotto il sedile, dopo essere stato controllato dal personale di terra.

Da rammentare inoltre che i posti allocati in corrispondenza delle uscite di emergenza dell’aeromobile non consentono di alloggiare bagagli sotto i sedili, per motivi di sicurezza.

Modalità di rimborso, con Alitalia

Il bagaglio viene considerato smarrito trascorsi i 45 giorni dalla mancata riconsegna. In caso di ritardata consegna il passeggero potrà inoltrare reclamo entro 21 giorni dall’accaduto. La segnalazione deve essere inoltrata sulla piattaforma Alitalia, o a mezzo fax al recapito: 199 125623. Per qualsiasi informazione sarà bene contattare l’Ufficio Assistenza Bagagli Alitalia al recapito 06.65433114.

Alitalia cesserà tutte le sue attività il prossimo 14 ottobre2021. Si chiude così un’era dei cieli italiani.

Articoli Correlati