Connettiti con noi
bancomat

Economia

Bancomat: 1-2 agosto non funzioneranno

Bancomat: 1-2 agosto non funzioneranno

Problemi ai bancomat a causa di uno sciopero: ecco cosa fare per poter prelevare.

Non si potrà prelevare ai bancomat in alcune banche nei giorni 1 e 2 agosto 2019. Al centro del contendere lo sciopero degli operatori portavalori. Questi lavoratori non ricevono un nuovo contratto dal 2015, anno in cui è scaduto il contratto precedente.

Per molte persone è un disagio. Infatti, il primo giorno del mese è utile per pensioni e stipendi, o per prelevare in genere. In particolare, protestano gli addetti alla vigilanza e il personale per i servizi fiduciari.

Cosa chiedono

Le richieste di chi ha chiuso i bancomat per protesta sono:

  • il naufragare delle procedure di rinnovo del contratto e dei negoziati con i sindacati;
  • gli stipendi, quindi il loro aumento in base ai parametri come inflazione, costo della vita, ecc.;
  • gli orari di lavoro;
  • la regolamentazione degli addetti alla vigilanza e del personale fiduciario.

Quindi, i bancomat potrebbero trovarsi chiusi nei giorni 1 e 2 agosto 2019 perché queste persone vogliono un nuovo contratto, uno stipendio e il riconoscimento del proprio ruolo.

Niente prelievi neanche agli sportelli

Le operazioni di prelievo saranno impossibili anche agli sportelli per chi aderisce allo sciopero. Le banche che lo sapevano hanno mandato delle comunicazioni ai clienti, informando del problema.

Restano i disagi per pensionati e dipendenti, ma anche per chi ha bisogno di un prelievo in quei giorni. Non sono riscontrati problemi, invece, per i servizi di Internet Banking, bonifici e per tutte le altre operazioni che si possono fare agli sportelli e online.

In caso di problemi con il bancomat, se non è possibile rivolgersi a un altro istituto di credito, conviene prelevare ora, prima che si attivi lo sciopero.

Copywriter freelance, si occupa di notizie di economia da 8 anni. Per lei, avere una mente finanziaria è il miglior modo per miglirare la vita di tutti i giorni.

Commenta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Vai su
×

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi