Assegno unico: a chi spetta, importo e a quando l’erogazione

Assegno unico ora finalmente ha la sua data stabilita, per l’entrata in vigore. Vediamo nel dettaglio il suo ammontare, chi sono i beneficiari e quando verrà erogato.
assegno unico
assegno unico

Assegno unico figli, finalmente giunto ad una definizione da parte del Governo. Numerose famiglie italiane sono in attesa di conoscere come potranno usufruire della misura a sostegno messa a disposizione dalle istituzioni. Vediamo da quanto sarà fruibile per le famiglie italiane aventi diritto, a quanto ammonterà il suo importo, e chi ne potrà beneficiare. Scopriamo anche in cosa si differenzia la misura a sostegno dei nuclei familiari, rispetto al famoso assegno ponte, che sarà in vigore fino al prossimo 31 dicembre 2021.

Assegno unico figli 2021: scopriamo in cosa consiste

Guai a chiamarlo assegno ponte. L’assegno unico figli 2021 è un provvedimento governativo a carattere permanente, che andrà a sostituire il sostegno temporaneo. Il Governo ha finalmente provveduto ad una sua nuova riformulazione dell’importo da erogarsi a beneficio dei nuclei familiari con figli, unitamente alla definizione della data di entrata in vigore.

Nel dettaglio possiamo portare anche a paragone gli importi del cosiddetto assegno ponte, a cui l’assegno unico figli prenderà il posto a breve scadenza. A partire dallo scorso 1° di luglio 2021 e fino alla data del prossimo 31 dicembre 2021, i nuclei familiari con figli aventi diritto, hanno potuto beneficiare del cosiddetto assegno ponte. I destinatari della misura governativa a sostegno, sono stati quei nuclei familiari con figli minori, che non risultassero essere beneficiari di alcun’altra misura di sostegno economico.

Quanto si percepisce attualmente

Attualmente il sostegno medio riferibile rimanda alla cifra di € 1.056 per nucleo e alla cifra di € 674 euro per figlio. Tale importo è da considerarsi nel totale del periodo di tempo intercorso dal 1° luglio 2021, fino al prossimo al 31 dicembre 2021. In attesa dell’erogazione dell’assegno unico figli, l’assegno ponte erogato fino alla fine dell’anno, vede così gli importi. € 37,5 euro per ciascun figlio, a favore dei nuclei familiari fino a due figli e di € 55 per ciascun figlio quando nelle famiglie siano presenti almeno tre figli con età compresa tra gli 0 e i 18 anni.

Assegno unico: cambiano gli importi

Ora è attesa solo l’ufficializzazione  da parte del Consiglio dei Ministri, che vede la definizione dell’assegno unico figli, destinato a supportare economicamente le famiglie italiane, aventi diritto. Sarà per mano dei Consiglio dei Ministri che si giungerà all’ultimo atto della misura istituzionale a sostegno. Intanto però si potrà dire per certo che gli importi dell’assegno unico figli, sia stato rivisto e corretto. Pertanto ora a secondo del reddito della famiglia richiedente la misura economica, si potranno ricevere aiuti a partire alla cifra di € 50, fino a € 180 a figlio.

Arriva la nuova modalità di erogazione

Con la presenza nel nucleo familiare dal terzo figlio, si potrà avere accesso al sostegno economico che potrà toccare fino € 250 o € 260 per ogni figlio. L’assegno unico figli potrebbe profilarsi con un’erogazione su base annuale, avente erogazione dal mese di marzo 2022, fino al mese di marzo dell’anno successivo. Un cambiamento questo che escluderebbe quindi la partenza dell’erogazione dal prossimo gennaio 2022. Le istanze avranno termine di presentazione entro il prossimo gennaio 2022, per vedersi riconosciuto il beneficio economico, a partire dal terzo mese dell’anno. Le nuove tempistiche stabilite dal governo consentirebbero quindi alle famiglie richiedenti l’assegno unico figli, i tempi per la presentazione del proprio ISEE.

Articoli Correlati