Ftse Mib: in salita le azioni Unicredit e BPM

Il Ftse Mib sta registrando un buon fermento negli ultimi giorni. Tra le frenetiche operazioni di acquisto notiamo interesse crescente per le azioni Unicredit e BPM. Vediamo meglio cosa sta succedendo.
Ftse mib
Ftse mib

Il Ftse Mib ha registrato un avvio di settimana come non si vedeva da tempo. I massimi che sono stati registrati hanno bissato quelli registrati nel 2008, cioè superiore ai 25.5 mila punti. I titoli bancari hanno fatto da traino in questo inizio settimana in ambito Ftse Mib. Tra le altre si sono distinte per gli incrementi Saras, Intesa San Paolo e Unicredit, e BPM.

Ftse Mib: in salita azioni Unicredit e BPM

Protagoniste tra i titoli bancari Unicredit, e BPM. I mercati sono stati smossi da voci di corridoio in cui sono state annunciate diverse novità in merito alle strategie finanziarie che i colossi del credito stanno, o hanno intenzione di mettere in atto. vediamo nel dettaglio di che numeri stiamo parlando, e cosa ci dobbiamo aspettare  a breve o a lungo termine in merito ai loro comparti azionari.

Ftse Mib: in salita azioni Unicredit

A tal riguardo il gruppo bancario milanese Unicredit sta rafforzando la sua direzione in un netto rialzo azionario. Dopo un primo trimestre in cui si è potuto assistere ad un’incredibile ascesa, ecco formulare sempre più attendibili ipotesi del raggiungimento del rialzo fino al 140%.

Ora più che mai gli analisti del settore azionario si stanno interrogando sulla probabilità di ulteriori rialzi possibili nei prossimi mesi. Le ultime due settimane sono state decisive per il titolo bancario. Il mese di maggio che ci siamo appena chiusi alle spalle, è stato per le azioni Unicredit segnato da un’evidente prova del valore espresso sui mercati.

L’analisi dell’andamento del titolo azionario Unicredit a portato gli esperti puntare i riflettori sulla massima estensione del suo rialzo. Lo possiamo ritrovare in area €22.123. nel caso si andasse a profilare tale situazione si assisterebbe al raddoppio del titolo bancario. Insomma un clamoroso rialzo sarebbe dietro l’angolo nei prossimi mesi.

Da tenere inoltre a mente che in caso si dovesse registrare una chiusura del mese a quota €8.08, ecco che verrebbe messa da parte la possibilità di una spinta in quota. In questi casi vige la regola della previdenza.

Ftse Mib: cosa succede alle azioni BPM

Il titolo BPM è noto a tutti che si è rivelato quale miglior titolo azionario dell’ultimo anno, facendo registrare un incremento pari al 110%. Chi segue da vicino le vicende del banco Popolare di Milano sostiene che si possano profilare scenari in cui il rialzo sarebbe il vero protagonista.

Certamente gli analisti si muovono in maniera molto cauta nell’azzardare grandi sbilanciamenti. Il grande dubbio che ci si pone in questo frangente è capire se il titolo possa o meno salire, o avviarsi verso una precipitosa inversione verso il basso.

Certo è che tra i punti a suo favore il titolo bancario BPM ha i multipli degli utili. Ecco quindi il rapporto prezzo/utile del 2021 a 15.47 e di 8.88 per il prossimo anno.

Il valore dei pezzi scambiati però già presenta una cifra inferiore a quanto riportato nella seduta precedete. 6,767,744 è quanto scambiato nella giornata del 9 giugno. Che sia questo l’avvio di una fase a volatilità ridotta? Il rialzo azionario invece ha fatto registrare un +0.36% che apre la porta ad un rialzo a breve. Per avere una panoramica ad ampio spettro dell’andamento azionario, prendiamo a riferimento la sua performance:

  • 12 mesi + 115,24 %
  • 6 mesi + 62,56 %
  • 1 mese + 22.27%

Non ci resta quindi che attendere la conclusione della settimana in corso, per avere  maggiore lucidità d’azione.

Avvertenza

La presente pubblicazione è stata preparata da Mentefinanziaria.it in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.