Bonus auto: tutti i veicoli inclusi e modalità d’accesso

Il Bonus auto è oggetto in questi ultimi giorni di novità in arrivo. Nuovi fondi messi a disposizione per l’acquisto di autovetture, e non solo, vediamo come poterne approfittare.
bonus auto
bonus auto

Il Bonus auto sta creando fermento nel comparto delle quattro ruote e non solo. Infatti a quanto pare la somma di €250 milioni (presente nel decreto-legge n. 73 del 2021), è pronta per essere destinata al bonus auto. Si attende ora solo la conversione in legge del decreto Sostegni bis.

 Cos’è il bonus auto 2021

Si tratta di un bonus a favore contestualmente sia della ripartenza del comparto automobilistico post allarme pandemia, che incentivo per la diffusione di mobilità sostenibile. Si vuole offrire la possibilità agli italiani di procedere alla rottamazione della propria autovettura, andando così ad acquistare di nuove a basso impatto ambientale. il bonus auto è un’iniziativa governativa che non riguarda solo il comparto delle quattro ruote, ma è stata estesa anche ad altre categorie di veicoli.

Quali sono i veicoli interessati dal bonus

Le agevolazioni proposte nel nuovo bonus auto, vanno a toccare anche altre categorie di veicoli, oltre che quella delle autovetture. Tra le categorie beneficiarie del bonus, oltre che quella dei veicoli M1  e N1, trovano posto anche quelle comprese nella fascia tra L1E  e L7E.

Categorie dei veicoli interessati dall’ecobonus

Di seguito ecco nello specifico le categorie interessate dal nuovo bonus auto:

  • L1e – categoria di veicoli a due ruote con cilindrata non superiore ai i 50 cc. Velocità massima di costruzione non oltre i 45 km/h.
  • L2e – categoria di veicoli a tre ruote con cilindrata non superiore ai 50 cc. Velocità massima di costruzione non oltre i 45 km/h.
  • L3e – categoria veicoli a due ruote con cilindrata non oltre i 50 cc. Velocità massima di costruzione (non oltre i 45 km/h.
  • L4e – categoria veicoli a tre ruote asimmetriche con cilindrata non oltre i 50 cc. Velocità massima di costruzione non superiore ai 45 km/h
  • L5e – categoria veicoli a tre ruote simmetriche con cilindrata non oltre i 50 cc. Velocità massima di costruzione non oltre i 45 km/h
  • L6e – tale categoria di quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto risulti essere inferiore o pari a 350 kg, escludendo batterie per i veicoli elettrici, è inclusa nel bonus. Velocità massima 45 km/h con cilindrata del motore inferiore o pari a 50 cc. Potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna.
  • L7e – categoria di quadricicli, diversi da quelli presenti nella categoria L6e. Massa a vuoto inferiore o pari a 400 kg (550 kg per in caso di trasporto di merci).

 Modalità di evasione ripartizione bonus auto

Anche in questo caso gli incentivi governativi saranno disponibili sino ad esaurimento. Pertanto sarà bene affrettare i tempi d’acquisto, per poterne approfittare. Il bonus auto verrà applicato direttamente dal venditore, applicandolo nella forma di sconto sul nuovo acquisto. Le aziende di produzione o importazione di veicoli nuovi, avranno l’onere di rimborsare al venditore l’importo del contributo governativo.

Tale somma sarà poi recuperata a sua volta, sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in forma esclusiva, a compensazione, tramite il Modello F24.

Le risorse stanziate pari a €250 milioni del bonus auto, saranno così ripartite:

  • €50 milioni indirizzati ad incentivi per acquisto nuove autovetture, comprese nella fascia di emissione CO2 da 0 a 60 g/km;
  • € 100 milioni per favorire il mercato di auto nuove nella fascia di emissione CO2 da 61 a 135 g/km.
  • € 100 milioni destinati all’acquisto agli acquisti di auto usate Euro 6, rientranti nella fascia di emissione CO2 da 0 a 160 g/km.

Approfittare del bonus auto è un’occasione di risparmio, e di rispetto per in nostro Pianeta.

Articoli Correlati